The Legend of Zelda: The Wind Waker HD Recensione Nintendo Wii-U

Postato Set 20 2013 - 12:00am da ITG

Mai come nel caso di The Legend of Zelda: The Wind Waker HD è opportuno fare un rapido excursus storico: quando il titolo originale venne annunciato nel lontano 2000 per Gamecube, su Nintendo piovvero le critiche di tutto il popolo videoludico, perchè la scelta stilistica sembrò poco azzeccata, troppo infantile per un titolo della profondità che da sempre ha contraddistinto la saga di Zelda. A gioco uscito, ci si rese conto che il gioco vantava un gameplay ed un concept di tutto rispetto: ciononostante le opinioni del grande pubblico restarono separate in due.

The Legend of Zelda: The Wind Waker HD è disponibile su Amazon.it al prezzo più basso del Web, ordinandolo lo riceverete direttamente a casa vostra senza pagare nulla per la spedizione: cliccare per credere!

Proprio in occasione dell’uscita di The Legend of Zelda: The Wind Waker HD è possibile rimettere mano a questa avventura di Link per rivedere il proprio giudizio, rafforzarlo o magari farsene uno per chi non ha avuto ai tempi la possibilità di giocarci.

Dobbiamo anzitutto dire che non siamo di fronte alla solita operazione commerciale basta solo sul upscaling e polishing del gioco, ma di qualcosa di ben più sostanzioso, una vera e propria revisione e ricreazione del titolo originale.

Non ci dilungheremo qui in un’analisi dettagliata del titolo originale, visto che dovrebbe essere noto a tutti e valgono in questo senso le osservazioni già fatte nel lontano 2003: basti accennare al fatto che il gameplay è invecchiato in maniera egregia e se qualche critica va mossa, occorre farlo solo nei confronti della telecamera, non sempre puntuale nell’inquadrare l’azione dalla prospettiva migliore.

Passando direttamente alle novità, è ora possibile accedere al menù direttamente dal gamepad ed assegnare i tanti oggetti utilizzabili ai tasti rapidi. Inoltre, si può fare affidamento sul giroscopio per mirare con le armi che abbisognano di un dispositivo di puntamento come arco, rampino, boomerang ecc.: la soluzione adottata funziona egregiamente e risulta sin da subito intuitiva ed affidabile.

Altra novità di un certo spessore consiste nell’introduzione di una nuova vela che rende la navigazione decisamente più scorrevole, evitando tra l’altro il noioso passaggio di doversi ogni volta fermare per cambiare la direzione del vento con la bacchetta.

Già di per sé il cel shading in genere ha la capacità di invecchiare molto bene, ma Nintendo non si è accontentata di questa evidenza ed ha preferito rendere la palette di colore nettamente più brillante, avvolgendola con un colore pastello che ha la capacità di donare al titolo un tocco di magia in più. Ma la cosa che più sconvolge è l’introduzione di un efficacissimo sistema di illuminazione, che rende le ombre proiettate sul paesaggio e sui volti dei personaggi incredibilmente realistiche. Dal punto di vista audio troviamo la vecchia colonna sonora campionata a cui si aggiunge però un netto miglioramento dell’effetto surround del gioco.

IN CONCLUSIONE
Non tutte le conversioni Hd sono uguali e The Legend of Zelda: The Wind Waker HD è senza ombra di dubbio la migliore di tutte quelle uscite fino ad oggi. Nintendo non si è limitata al solito “lavoretto” di upscaling e polishing del gioco ma è andata a ritoccare persino i controlli, ora perfettamente adattati al gamepad del Wii-U e funzionali più che mai. L’introduzione di una nuova, più efficiente vela rende poi la navigazione decisamente più scorrevole ed il titolo più fruibile, mentre dal punto di vista visivo troviamo una palette dei colori molto più brillante e l’introduzione di un efficacissimo sistema di illuminazione: insomma, tutti gli amanti di Link hanno una scusa in più per fare una secondo giro su questo capolavoro senza tempo.

GLAMOUR 9
GRAFICA 8.5
SONORO 8.5
GAMEPLAY 10
LONGEVITA’ 9
TOTALE 9.5

Commenta con Facebook