The Sun: La Strage di Newton colpa di Call of Duty

Postato Dic 18 2012 - 12:00am da ITG

ItaliaTopGames aveva messo in guardia: sicuramente qualcuno proverà a mettere di mezzo i videogiochi nella terribile strage di Newton e così è stato. Il Sun, noto giornale scandalistico inglese come potete vedere nell’immagine che rappresenta la prima pagina della testata, addossa la colpa di quanto accaduto nell’irrefrenabile passione dell’autore della strage a Call of Duty.  Molto simile la posizione del Daily Express la cui ipotesi, confermata dallo psicologo di turno pronto ad avere pubblicità gratuita, è che i videogames di guerra come Call of Duty avrebbero ossessionato Adam Lanza che aveva in casa equipaggiamento militare, poster dell’esercito e quant’altro. Se non fosse per la gravità della disinformazione, verrebbe da ridere pensando che lo stesso Sun aveva recensito in modo entusiastico Call of Duty Black Ops 2…

Come sito di videogiochi, una cosa la ripeteremo a tutti fino a quando ci sarà permesso: NON CI PROVATE NEPPURE A METTERE DI MEZZO I VIDEOGIOCHI. Oramai il gaming è un fenomeno internazionale e queste stragi, tranne poche eccezioni, accadono tutte negli Stati Uniti. Ed il motivo è fin troppo facile trovarlo: la facilità con cui si possono acquistare le armi. Ci sono 89 armi su 100 abitanti negli USA ed i controlli su chi le acquista sono praticamenti nulli. Un affranto e invecchiato Barack Obama tra le lacrime di dolore ha dichiarato che bisogna far qualcosa, che ci sono passati già troppe volte e bisogna fare qualcosa. Già in passato il presidente ci ha provato ma la lobby delle armi è stata più forte anche del “Commander in Chief”. Ci auguriamo che questa volta, anche per l’emotività della situazione, il Presidente degli USA possa veramente far qualcosa per la causa REALE di queste stragi. 
Fabrizio Tropeano 
Commenta con Facebook