Borderlands 3 Recensione PS4 Xbox One PC

Postato Set 18 2019 - 11:33am da ITG
Borderlands 3 Recensione

Borderlands 3 Recensione del terzo capitolo di questa serie firmata Gearbox e che da qualche giorno è arrivato su Playstation 4 (la versione da noi testata), Xbox One e PC (in esclusiva su Epic Games Store). Come sono andate le cose? Siete sul posto giusto per scoprirlo!

Per chi non avessa mai sentito parlare di Borderlands, lo si può considerare come una eccellente commistione di generi, per la precisione un first person shooter con una componente quasi paritaria da gioco di ruolo ed una struttura sandbox alla Grand Theft Auto. Se dobbiamo trovare un titolo per certi versi (ma non tutti) affine, possiamo citare Fallout 3 anche per il background simile visto che pure in Borderlands siamo in un futuro apocalittico dove gli esseri umani a causa dell’inquinamento, hanno iniziato a colonizzare altri pianeti e dove la violenza e la sopraffazione sono la consuetudine sia fra simili che con altre creature extraterrestri.

Una particolarità del titolo è poi quella di metterci a disposizione una quantità di combinazioni di armi incalcolabile: possiamo dire che davvero i programmatori hanno “esagerato”, con somma gioia di tutti i giocatori, tanto più che difficilmente resterete con la stessa arma in mano per più di qualche minuto.

Anche i nemici sono tantissimi e tutti piuttosto diversificati; grazie a tutte queste caratteristiche appena elencate Borderlands 3 (qui tutti i voti italiani) davvero non arriva mai a noia, nemmeno dopo ore ed ore di gioco da affrontare in singolo o in cooperativa online per un massimo di quattro giocatori che potranno scegliere fra i 4 personaggi base editabili poi a proprio piacimento.

In Borderlands 3 troviamo anche una trama intrigante e ben sviluppata. Anche a livello di dialoghi (completamente e ben localizzati in italiano), promozione a pieni voti visto che troviamo frasi al vetriolo conditi da una piccantissima ironia e situazioni quanto mai intriganti con una satira religiosa presente molto graffiante.

Fino a questo momento vi abbiamo sostanzialmente detto tutto quello che ci è piaciuto di Borderlands 3 ma dobbiamo evidenziare anche qualche criticità. La prima è che nel bene o nel male Borderlands 3 non si discosta sostanzialmente dalla struttura che abbiamo imparato ad amare (o odiare a seconda delle proprie preferenze) da 10 anni a questa parte. Per chi sta scrivendo questa recensione non è affatto un problema ma al contempo è fuori discussione che nel suo genere di appartenenza ci sono state varie evoluzioni.

L’altro problema più oggettivo è che almeno su una PS4 standard sono ben evidenti i cali di frame rate quando si passa da una zona all’altra di gioco e Borderlands 3 deve caricare i nuovi elementi grafici. Non un problema enorme ma di cui sicuramente avremmo fatto a meno.

In generale il titolo soffre di qualche leggero problema di instabilità che ci auguriamo con repentini aggiornamenti da parte di Gearbox possano soltanto essere un ricordo delle prime settimane di gioco. Detto questo però va anche lodata la qualità grafica generale soprattutto per lo stile adottato perfettamente coerente con la proposta di gioco offerta da Borderlands 3.

Borderlands 3

Borderlands 3 Recensione – IN CONCLUSIONE

Concludere la recensione di Borderlands 3 è davvero semplice visto che la sua fedeltà ai precedenti capitoli, lo rende un titolo da consigliare senza esitazioni a chi già amato i suoi predecessori mentre è da lasciare sugli scaffali per chi non è mai entrato in empatia con la serie. Oggettivamente siamo di fronte ad una grandissima produzione che anche per la presenza di humour nero e satira religiosa non è indubbiamente un titolo adatto ad ogni palato.

Borderlands 3 Recensione – VOTO 9

Commenta con Facebook