Durante la Gamescom, Sledgehammer Games ha mostrato la missione “Stalingrado – Estate” direttamente dalla campagna del gioco. Posizionata nella parte centrale della storia per giocatore singolo, “Stalingrado – Estate” racconta l’invasione iniziale della città: tramite il punto di vista di Polina assistiamo alla distruzione della sua famiglia, della sua casa e della sua vita proprio davanti ai suoi occhi. Questo la trasformerà nella letale cecchina che si ergerà in difesa della sua patria.

“I giocatori potranno vedere la città prima dell’invasione nell’estate del 1942”, dice Swenson riguardo alle missioni ambientate sul fronte orientale, “e vivere in questa meravigliosa città durante l’estate, prima della guerra. I giocatori torneranno in città anche alla fine del conflitto di 6 mesi, nell’inverno del 1943.  Qui potranno combattere nei paesaggi innevati dell’inverno russo, un panorama davvero iconico della Seconda Guerra Mondiale.”

Nella parte di gioco mostrata alla Gamescom, vediamo una soldatessa, Polina Petrova, traumatizzata e ricoperta dalle macerie in seguito a un attacco aereo che ha ucciso o disperso tutti i suoi compagni. Trascinandosi fino in superficie, riesce a tornare in sé e a capire cosa fare per sconfiggere gli invasori: tornare a casa e salvare suo fratello Misha.

Come vediamo nel filmato, Petrova elimina furtivamente una squadra di ricerca nemica, salva degli ostaggi e riesce a raggiungere i tetti sulla strada di ritorno verso il suo appartamento. Lì, sul pavimento freddo, trova l’arma che l’ha aiutata a eliminare decine di unità di fanteria dell’Asse nella sua carriera da cecchina: un fucile di precisione che lei chiama Requiem.

Quest’arma sarà la chiave per salvare un gruppo di civili tenuti in ostaggio, ma a questo punto la sua copertura è saltata. Eliminando i rinforzi ed evitando una fila di carri armati, l’operatore entra in un condotto d’aria solo per trovarsi ai piedi di un’altra guardia. Rimane in silenzio per poterlo assassinare furtivamente, ma la rabbia accumulata dopo che gli invasori le hanno distrutto casa esplode all’improvviso. Subito dopo aver eliminato un’altra guardia, accende una bomba Molotov, la lancia in mezzo a tre guardie e ne colpisce un’altra con il calcio del fucile.

Poi la situazione si scalda: arrivano diversi soldati con l’obiettivo di prendere Polina viva o morta, ma la cecchina d’élite della 138esima Divisione Fucilieri li elimina tutti uno dopo l’altro… fin quando non viene avvolta dal fumo e un nemico sconosciuto non le fa perdere i sensi.

Questo è solo un assaggio del livello completo mostrato… dopo abbiamo una panoramica da 10.000 metri d’altezza su altri tre fronti della campagna del gioco: dai lanci con il paracadute sopra la Francia ai duelli aerei sopra le Isole Midway, passando per gli attacchi alle forze d’invasione in Nord Africa. Da ora arriveranno tante nuove informazioni e filmati di gioco di Call of Duty: Vanguard fino alla data d’uscita del 5 novembre.