Contra Operation Galuga Recensione del titolo che segna il ritorno della leggendaria serie iconia di Konami nata negli anni ’80, più specificatamente nel 1987 prima in sala giochi e poi con vari porting sulle macchine da gioco del tempo. Contra Operation Galuga invece è disponibile per PC (la versione da noi testata), console Playstation, Xbox e Nintendo Switch.

Prima di raccontarvi in dettaglio le nostre considerazioni su COG, vi lasciamo al nostro video gameplay del titolo pubblicato sul nostro canale Youtube omonimo dove potete vedere i primi due livelli di gioco.

Contra Operation Galuga dunque si basa sulle radici del genere “run-and-gun” ed ovviamente ci dà ancora modo di condividere l’esperienza in collaborazione con un’altra persona nella modalità storia e addirittura in quattro nella modalità arcade (delle varie modalità torneremo a parlare in seguito). Collaborazione che potrà essere però attivabile soltanto offline e non inserire la possibilità di giocare in “coop on line” è forse la mancanza che maggiormente ci ha fatto storcere il naso da parte del team veterano di Wayforward che ha realizzato il titolo per Konami.

La trama semplice e molto anni ’80, pone i giocatori in un lontano futuro nei panni di eroici soldati impegnati in una missione per fermare il gruppo terroristico Red Falcon. La narrazione, così come la caratterizzazione dei protagonisti, prende spunto dagli action movie classici dello scorso millennio aggiungendo quel tocco nostalgico che i fan della serie Contra apprezzeranno sicuramente.

Il gameplay è indubbiamente old school tanto che Wayforward non ha neppure preso in considerazione la formula del twin stick e dunque spareremo sempre nella direzione in cui ci muoveremo. La leva analogica però ci consentirà di scegliere l’altezza verso cui mirare. Il gioco è tosto, davvero tosto, già alla modalità normale soprattutto per quanto riguarda il combattimento contro i boss e sostanzialmente da un punto di vista del level design è sostanzialmente un rifacimento del gioco originale con nuovi livelli e soprattutto nuovi cattivoni di fine livello.

Come scritto in precedenza, il gioco propone una classica modalità storia, una arcade dove tutto il focus è sull’azione e dove i boss sono ancora più cattivi (anche per quattro giocatori in contemporanea) ed infine una trentina di sfide presenti nella modalità challenge. Sfide brevi ma anche molto difficili che indubbiamente intrigheranno i “completisti”.

Da un punto di vista audivisivo, si è scelti di non ricorre alla “pixel art” ma muoversi su una realizzazione a 2.5 dimensioni. Per spiegarsi meglio, le dinamiche ludiche sono assolutamente bidimensionali, ma la rappresentazione grafica va in profondità e dunque propone una “mezza dimensione” in più. Il tutto non fa surriscaldare di certo le schede grafiche di PC e console ma il risultato finale è decisamente apprezzabile.

Lo stesso può dirsi per la colonna sonora indubbiamente molto tipica e molto pronta a lanciare qualche strizzatina d’occhio a chi è cresciuto con gli arcade negli anni ’80 ma d’altronde è questo il target principale di questo particolare rifacimento di casa Konami.

Contra Operation Galuga Recensione – IN CONCLUSIONE
Non è mai semplice maneggiare icone leggendarie del passato come nel caso di Contra ma i veterani di Wayforward hanno realizzato un remake del videogame che sicuramente soddisferà i gamer di vecchia data e tutti coloro che cercano uno shooter impegnativo. La speranza è che magari prima o poi possa arrivare anche un reboot tripla A di Contra ma nel frattempo godetevi senza patemi d’animo Operation Galuga! E se la nostra recensione non vi ha ancora convinti se possa essere o meno l’acquisto giusto da fare, c’è anche una versione demo gratuita con cui comprendere se l’esperienza di gioco prodotta da Konami possa fare al caso vostro o meno.

VOTO: 8