PES: Konami preoccupata dalla pressione di Fifa e si vede superata anche in Brasile

Postato Feb 8 2014 - 9:27am da ITG

Konami da una parte promette grandi novità per Pro Evolution Soccer 2015, dall’altra ammette le difficoltà che il suo brand sta incontrando. Nel corso di una conferenza ufficiale infatti il publisher nipponico ha dichiarato che PES sta affrontando una grossa pressione da parte della concorrenza (Fifa ovviamente). I riferimenti sono anche all’aggressiva politica di EA Sports sulle licenze, già viste in passato.

Ad esempio EA Sports estromise 2K Sports dai videogame di Football Americano con un accordo di licenza esclusiva con la NFL. Difficile che possa ripetersi una cosa del genere nel calcio ma l’acquisizione dei diritti esclusivi degli stadi spagnoli è un esempio di cosa potrebbe accadere anche quest’anno in merito ad altri elementi di gioco.

Nel frattempo Konami perde un’altra roccaforte: anche in Brasile Fifa 14 ha venduto più di PES 2014 su Playstation 3 anche se GTA 5 ha sbaragliato entrambi. Questa la chart dei titoli brasiliani più venduti nel 2013:
Grand theft auto V
FIFA 14
The last of us
Pro Evolution Soccer 2014
Call of duty: Ghosts
God of war: Ascension
FIFA 13
Battlefield 4
Pro Evolution Soccer 2013
Injustice: God among us

Parliamo di questo e di tutto quello che riguarda PES nel nuovo super gruppo di apPESsionati di Facebook PES Italia e nella omonima Fan Page, PES ITALIA, dove siamo già oltre 11.000!

Commenta con Facebook

3 Commenti Unisciti alla discussione!

  1. cristiano 8 febbraio 2014 at 12:05 -

    e’ vero che EA gioca sporco a fior di quattrini.. ma ripeto che il problema e’ chi rilascia tali licenze in esclusiva.. il problema e’ a monte!!!

  2. Alby 8 febbraio 2014 at 12:53 -

    È vero che la Ea cannibalizza le sponsorizzazioni, però è altrettanto vero che ha colpe la Konami. La prima è che si è fermata senza creare qualcosa di nuovo, mentre dall’altra parte si sono rimboccati le maniche e sono migliorati. Non si può solo dare la colpa alle licenze. È vero che gli stadi spagnoli sono esclusiva ea, ma mettere l’olimpico, il San Paolo ed altri stadi si potevano mettere… Sul campionato tedesco se non si può mettere nemmeno fake, perché non creare qualcosa di alternativo? Non so una lega con le squadre nazionali e di club più forti, ovviamente con licenze?

  3. Alby 8 febbraio 2014 at 13:02 -

    È vero che la Ea cannibalizza le sponsorizzazioni, però è altrettanto vero che ha colpe la Konami. La prima è che si è fermata senza creare qualcosa di nuovo, mentre dall’altra parte si sono rimboccati le maniche e sono migliorati. Non si può solo dare la colpa alle licenze. È vero che gli stadi spagnoli sono esclusiva ea, ma mettere l’olimpico, il San Paolo ed altri stadi si potevano mettere… Sul campionato tedesco se non si può mettere nemmeno fake, perché non creare qualcosa di alternativo? Non so una lega con le squadre nazionali e di club più forti nella storia del calcio, ovviamente con licenze? Mettere le serie minori dei campionati principali europei? Mercato della Master da migliorare. Vogliamo parlare dell’assenza degli infortuni? Secondo me la Konami prima di dare colpe ad altri dovrebbe fare il mea culpa. Aveva un vantaggio e si è fatta superare, per l’immobilismo e la testardaggine dei produttori. Diamo a Cesare quel che è di Cesare, la Ea non solo cannibalizza le licenze ma ha il merito di aver creato qualcosa di meglio. Quindi cara Konami non dare la colpa alle licenze.