WRC 10 Recensione della produzione NACON che, insieme al suo studio di sviluppo KT Racing ha realizzato il nuovo videogame su licenza della Fia World Rally Championship, più semplicemente in italiano il Campionato del Mondo di Rally. Quest’anno poi, per la celebrazione dei primi 50 anni di storia della competizione c’è la Modalità Storica di cui parleremo in seguito.

Prima di scendere in pista, vi ricordiamo che WRC 10 è disponibile su PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One, Xbox Series X|S, PC e successivamente arriverà anche su Nintendo Switch. La versione da noi testata è stata quella per la console next generation di casa Sony.

Iniziamo subito con il dire che se avete giocato con WRC9, vi troverete molto a vostro agio con questo nuovo capitolo, visto che i programmatori non hanno effettuato una rivoluzione ma un miglioramento facilmente percepibile in molti aspetti dell’esperienza di gioco proposta.

L’obiettivo principale del gioco rimane quello di riportare l’emozione del World Rally Championship in tutti i salotti dei fans di rally e dei videogiocatori appassionati del genere grazie alla licenza ufficiale FIA e quindi con tutti i piloti, co-piloti e location della stagione in corso.

La novità principale risiede nella modalità storica che celebra i primi 50 anni della serie: 22 eventi con 6 rally inediti per la serie videoludica che ricostruiscono i momenti più leggendari di mezzo secolo di storia con la presenza di autentiche leggende quali Sébastien Loeb, Sébastien Ogier, Carlos Sainz, Peter Solberg, Tommi Mäkinen, Colin McRae, Ari Vatanen, Marcus Grönholm e Walter Röhrl. Non si tratta però di una modalità stile carriera quanto degli eventi a sé sbloccabili che comunque hanno il loro fascino.

Passando alle altre modalità di gioco, WRC 10 prevede una modalità carriera rivista sotto vari aspetti. Si tratta di un mix di elementi racing e manageriali, in cui il giocatore  dovrà cercare di arrivare al titolo mondiale WRC nel minor tempo possibile con la possibilità di gestire a livello manageriale anche la propria scuderia.

Da non dimenticare neppure il multiplayer che prevede per l’online una lunga serie di eventi a tempo per migliorare la propria classifica nel ranking mondiale. Ci saranno varie competizioni che andranno da una singola corsa ad un intero rally. Se preferite l’offline è presente anche una modalità per giocare in split screen.

Sul fronte interattivo in senso stretto, se pur inizialmente il sistema di controllo piuttosto inerziale strideva un po’ con i principi arcade di chi sta scrivendo questa recensione, con pochi minuti di gioco si entra senza difficoltà nei meccanismi elaborati dai programmatori per un buon sistema di controllo: bisognerà dosare in modo attento freno e acceleratore, oltre a non eccedere in movimenti eccessivi di sterzata pena ritrovarsi fuori strada e perdere così preziosi secondi. 

WRC 10 è quindi certamente un simulatore ma abbordabile da tutti in cui si dovranno prendere in seria considerazione gli aspetti di settaggio e le condizioni climatiche e dell’asfalto per ottenere i risultati migliori.

Su Playstation 5 poi c’è il valore aggiunto rappresentato dalle caratteristiche esclusive del DualSense, più specificatamente i grilletti adattivi ed il feedback aptico senza dimenticare neppure lo speaker interno che aggiunge immersione nell’esperienza. I grilletti regalano una resistenza differente a seconda della parte del tracciato come una curva più o meno stretta ci fanno davvero sentire come se stessimo schiacciando un freno o un acceleratore. Il feedback aptico invece si modifica a seconda della condizione del manto stradale sia per terreno che per meteo, regalandoci cambiamenti repentini anche a seconda della velocità che toccheremo.

E poi veniamo all’analisi dell’aspetto tecnico. WRC 10 su Playstation 5 può contare sul frame rate davvero granitico a 60 fotogrammi al secondo che dà una fantastica sensazione di velocità ed ovviamente anche la risoluzione a 4K. Gli effetti visivi come quelli meteo e di illuminazione sono stati leggermente migliorati così come la fisica delle vetture quando escono fuori strada. Detto quanto di buono dei Rally, bisogna anche dire che a volte si nota un effetto pop up nelle ambientazioni già presente nel suo predecessore e che avevamo sperato invece di non ritrovare.

Sul fronte audio, gli effetti sonori svolgono in modo funzionale il loro compito mentre la sincronia e l’accortezza dei consigli del navigatore sono migliorati notevolmente rispetto al precedente capitolo, aspetto tutt’altro che da sottovalutare.

WRC 10 RECENSIONE – IN CONCLUSIONE
WRC 10 risulta essere un prodotto molto simile al suo predecessore, pur limando in positivo vari aspetti dell’esperienza di gioco e soprattutto aggiungendo la modalità storica che celebra i primi 50 anni del Mondiale di Rally. Se siete appassionati della serie sicuramente vi conquisterà soprattutto su Playstation 5 dove il DualSense offre un importante valore aggiunto mentre si corre sulle piste di tutto il mondo.

VOTO: 7.5