Armored Core Verdict Day Recensione Playstation 3 Xbox 360

Postato Set 30 2013 - 12:00am da ITG

Per chi è cresciuto negli anni ’90 a suon di pane e cartoni animati con protagonisti stupendi robot dalle devastanti armi futuristiche, il sogno è sempre stato quello di poterne guidare uno, se non nella realtà, almeno nei videogiochi. Eppure, per quanto strano possa sembrare, per chi non vive in Giappone il sogno è sempre stato destinato a restare tale, per la mancanza cronica di titoli a base di mech e per la mediocrità qualitativa dei pochi esponenti disponibili…

Armored Core Verdict Day è disponibile su Amazon.it al prezzo più basso del Web in tutte le versioni, ordinandolo lo riceverete direttamente a casa vostra senza pagare nulla per la spedizione: cliccare per credere!

L’unica vera serie che sia riuscita a ritagliarsi un pubblico di affezionati è quella di Armored Core: nello specifico, Verdict Day è una sorta di espansione a sè stante che cerca di migliorare sotto diversi aspetti il quinto capitolo di questa amata saga già disponibile da tempo per Ps3 e Xbox 360.

A proposito di Armored Core 5, dobbiamo dire che è stato il capitolo che ha un po’ diviso i tanti fan perchè mancava di una strutturata campagna single player, nonostante la solita mole di opzioni con cui personalizzare il proprio robot: From Software si era infatti concentrata più che altro sul multiplayer, anche se tali sforzi risultarono vani perchè i server si rivelarono vuoti a soli pochi mesi dall’uscita de titolo nei negozi.

Verdict Day nasce con lo scopo proprio di risolvere questo tipo di problema, lasciando inalterati concept e gameplay, visto che in effetti hanno sempre funzionato benissimo: aspettatevi quindi ancora una volta tantissimi pezzi che potrete assemblare come meglio crederete per creare il mech dei vostri sogni.

Passando alle nuove introduzioni, questa volta sarà possibile programmare mech che verranno poi controllati dall’intelligenza artificiale e lanciarli anche contro avversari umani. Questa feature viene mantenuta anche nell‘Operator Mode, una modalità in cui vestirete i panni di un controllore che deve impartire ordini facendo uso di una visuale bidimensionale della mappa di gioco.

Per risolvere il problema della penuria dei giocatori online sono stati inseriti quindi dei bot, che se aiutano da un punto di vista quantitativo, a poco servono da quello qualitativo. La flessibilità dell’intelligenza artificiale poi è più che buona, ma ben lungi dall’essere perfetta: un giocatore che ha passato svariate ore con un qualsiasi Armored Core non avrà alcuna difficoltà ad avere la meglio sui bot, che opporranno di fatto poca resistenza.

Quasi da marchio di fabbrica, il lato tecnico è quello meno riuscito: i mech sono realizzati egregiamente e costruirli sperimentando i tantissimi pezzi è un piacere impagabile, ma gli ambienti sono quasi del tutto spogli e realizzati in maniera affrettata: si vaga per lande desolate e il numero dei poligoni che compongono gli edifici è ridicolo se paragonato agli standard attuali. La situazione migliora dal punto di vista sonoro, con brani che ancora una volta risultano ben orchestrati ed in grado di rendere più appassionanti gli scontri tra colossi meccanici.

IN CONCLUSIONE
Armored Core: Verdict Day nasce dall’idea di migliorare la quinta uscita della saga, ma anziché proporre, come molti si aspettavano, una campagna single player ben strutturata, si concentra sul multiplayer, cercando di risolvere principalmente la penuria di giocatori online. Per quanto le novità introdotte siano interessanti, difficilmente il gioco riuscirà ad uscire dalla sua nicchia di appassionati: in fondo il problema del titolo è proprio questo, nonostante concept e gameplay ben si adattino a sfide multiplayer, il numero di utenti interessati resta irrimediabilmente troppo basso..

GLAMOUR 8
GRAFICA 6
SONORO 8
GAMEPLAY 8
LONGEVITA’ 7
TOTALE 7.8

Commenta con Facebook