Batman Arkham Origins Recensione Playstation 3 Xbox 360 PC Nintendo Wii-U

Postato Ott 29 2013 - 12:00am da ITG

Batman Arkham Asylum ha rappresentato nel mondo dei videogiochi un’eccezione alla regola che vuole che i tie-in siano in genere prodotti mediocri, realizzati al solo scopo di batter cassa sfruttando il nome che si portano dietro. Arkham City è stato un successore più che degno, confezionando un titolo che ha saputo coniugare le collaudate meccaniche del predecessore con ambienti inediti e decisamente più aperti. Questo terzo capitolo è stato affidato alle mani dei ragazzi di Warner Bros Games Montreal, che altri non sono che gli sviluppatori dell’Armored Edition per WiiU di Arkham City…

Batman Arkham Origins è disponibile su Amazon.it al prezzo più basso del Web in tutte le versioni, ordinandolo lo riceverete direttamente a casa vostra senza pagare nulla per la spedizione: cliccare per credere!

Arkham Origins, come si evince dal titolo, è a tutti gli effetti un prequel che si colloca prima di Asylum: Batman dovrà vedersela coi più spietati criminali di Gotham nella vigilia di Natale, con una taglia sulla testa di ben 50 milioni di dollari messa in palio dal temibile Maschera Nera…

Anche se a prima vista si potrebbe pensare che la trama non abbia nulla di originale, in realtà possiamo assicurarvi che è ben narrata e ricca di colpi di scena, al punto che è facile immaginare che gli scrittori di Warner Montreal siano dei lettori accaniti dei fumetti del supereroe Dc.

Il gioco riprende in tutto e per tutto la struttura del predecessore, avvalendosi ancora una volta di meccaniche stealth con forti iniezioni da action game; il giocatore procederà in modo più o meno lineare seguendo la trama, procedendo si apriranno nuovi blocchi di mappa, che una volta completati resteranno percorribili permettendo così un’apertura integrale degli ambienti.

Anche il sistema di combattimento, il Free Flow System, viene ripreso a forza da Arkham City: si tratta di un efficace sistema basato sul lock-on automatico dei nemici e che consente di alternare in maniera efficace ed intuitiva attacchi, schivate ed utilizzo dei gadget, in modo da performare combo spettacolari e devastanti.

Il comparto multiplayer è stato affidato ad un team esterno, gli Splash Damage, e si esplica in una modalità dal nome Predatore Invisibile, una sorta di variante della modalità conquista vista in genere negli fps, con respawn limitati e zone da controllare e con la possibilità di inserirsi in una terza fazione rappresentata da Batman e Robin.

Per l’aspetto visivo gli sviluppatori si sono affidati ancora una volta all’intramontabile Unreal Engine con risultati altalenanti: da una parte troviamo infatti ambienti e personaggi piuttosto dettagliati, ma dall’altra non sono infrequenti vistosi cali di frame rate, interpolazioni poligonali e salti durante le cut scene. Insomma, un buon lavoro in generale che però fa alcuni piccoli passi indietro rispetto al passato. Ottime invece le musiche, magistralmente orchestrate, mentre il doppiaggio italiano si distingue per interpretazioni riuscite e ben recitate.

IN CONCLUSIONE
Giudicare Batman Arkham Origins è un compito tutt’altro che facile, perché dipende dall’ottica in cui ci si pone giocandolo. Preso in sé, il titolo è godibilissimo: il gameplay è ottimo, la trama entusiasmante e coinvolgente, il comparto audio/video di buon livello. I problemi paradossalmente nascono nel caso in cui si siano già giocati i due precedenti capitoli, perchè Origins non tenta la benchè minima innovazione, lasciando il giocatore a più riprese davanti ad una forte sensazione di deja-vù, sensazione inasprita dalla considerazione che l’aspetto visivo ha perso qualche colpo rispetto al capitolo precedente…

GLAMOUR 9
GRAFICA 8.5
SONORO 9
GAMEPLAY 8
LONGEVITA’ 8
TOTALE 8.5

Commenta con Facebook