Crash Bandicoot: N.Sane Trilogy – La Recensione per Switch

Postato Lug 7 2018 - 10:49am da ITG

A distanza di circa un anno dall’arrivo della rimasterizzazione dei primi tre capitoli della serie su Playstation 4, Activision ha portato Crash Bandicoot: N.Sane Trilogy anche su PC, Xbox One e Nintendo Switch. Proprio a quest’ultima versione è dedicata la nostra recensione.

Per chi non lo sapesse, Crash Bandicoot è stato una dei personaggi più popolari nel mondo dei videogiochi negli anni ’90 grazie ai suoi giochi disponibili in esluciva su Playstation One e da lì è cominciato anche il grandissimo successo del team di Naughty Dog. Da un punto di vista del gameplay siamo di fronte ad un action platform che nonostante gli anni passati continua incredibilmente a divertire e ad appassionare.

Rispetto alla versione Playstation 4, poco è cambiato in termini di contenuto. La compilation presenta nuovamente i tre giochi Crash Bandicoot, Crash Bandicoot 2: Cortex Strikes Back e Crash Bandicoot 3: Warped. Alcuni extra però ci sono (arrivati gratuitamente anche ai giocatori su PS4) a cominciare Future Tense, un livello aggiuntivo ripescato dal codice originale del terzo capitolo della serie e mai pubblicato fino ad oggi.

Future Tense apporta un ulteriore livello di difficoltà al mondo futuristico di Crash Bandicoot 3: Warped, in cui i giocatori dovranno schivare missili, distruggere robot e saltare pericolosi laser mentre saliranno su un enorme grattacielo futuristico. Future Tense rende omaggio a Waterfall, il livello mai rilasciato del gioco originale di Crash Bandicoot.

Anche il DLC precedentemente a pagamento su Playstation Store, Stormy Ascent, è presente gratuitamente su tutte le piattaforme. Si tratta del famigerato livello incompiuto del gioco originale Crash Bandicoot, e permetterà ai giocatori di intraprendere un viaggio insidioso, lungo le mura di un castello terrificante, in una notte tempestosa piena di feroci nemici di Crash.

La versione Switch ovviamente da un punto di vista grafico, non riesce a stare al passo dei formati PC e delle console Microsoft e Sony per ovvie ragioni di potenziali hardware differenti. Preparatevi dunque a risoluzioni video minori e dettagli grafici sicuramente “downgradati”.

Nintendo Switch però vi consente di poter giocare per la prima volta la trilogia di Crash in modalità portatile e, per la nostra opinione, questo è un pregio che sul piatto della bilancia pesa molto più del ridotto appeal grafico che comunque non va minimamente ad intaccare l’esperienza videoludica in senso stretto con un frame rate piuttosto granitico a 30 fotogrammi al secondo in pratica come tutte altre console mentre solo su PC può girare fino a 60. Il video comparativo di seguito può farvi anche capire come le differenze grafiche ci siano ma non così particolarmente evidenti.

IN CONCLUSIONE
Crash Bandicoot: N.Sane Trilogy su Nintendo Switch ci consente di giocare per la prima volta in assoluto i tre primi amatissimi capitolo della serie in modalità portatile. Un valore aggiunto davvero importante decisamente non intaccato da qualche dettaglio grafico in meno ed una risoluzione video ridotta. Nell’insieme per la sua portabilità, ci sentiamo di consigliare caldamente questa versione a tutti i fan di Crash che magari approfitteranno delle vacanze estive per poterci giocare (o rigiocare…).

VOTO: 8.5

Commenta con Facebook