Creative Sound Blaster Roar 2: La Recensione

Postato Ago 12 2015 - 11:56am da ITG

Dopo il grandissimo successo ottenuto dal primo Roar, Creative ha deciso di sfruttare l’onda lunga di feedback positivi ottenuti dal suo speaker wireless portatile per proporre sul mercato Roar 2. Il “motto” con cui l’azienda di Singapore ha lanciato sul mercato Roar 2 è “più leggero, più piccolo, più sexy”. Roar 2 infatti ha praticamente tutte le features del suo predecessore ma con un peso ed una dimensione minori del 20%. Inoltre questa volta sono disponibili due colorazioni: bianca e nera. Prima di proseguire lasciamo spazio al nostro video unboxing.

Rispetto al primo Roar, in fatto di funzioni, è stata eliminata la possibilità di utilizzarlo come sirena e non c’è modo di collegare più di un Roar 2 fra loro a differenza della prima versione con cui si può realizzare un super impianto (a patto ovviamente di comprare due o più speaker). Detto questo, per il resto Roar 2 presenta ogni funzione già “amata” nel suo predecessore con vari abbellimenti estetici tra cui i due driver per i toni bassi senza più griglie metalliche. Toccandoli sentirete materialmente le frequenze basse tra le vostre mani come potete vedere nel nostro unboxing.

Il tasto Roar ora è sulla parte anteriore e viene utilizzato anche per attivare i “mostruosi” Terabass. Da segnalare anche come sia stato inserito un ottimo selettore per scegliere direttamente dalla cassa se utilizzarlo come speaker o come unità storage quando si collega tramite USB ad un PC o ad un Mac.

roar2_black_white

Venendo alla prova su strada (sia in casa che “outdoor”), Roar 2 si conferma come il suo predecessore l’altoparlante inseparabile a cui collegare il PC, le console, la TV, lo smartphone per ascoltare musica dove si vuole, per vedere un film, per videogiocare… Insomma per tutto quello che ha un sonoro!

Perchè Sound Blaster Roar 2 veramente riesce in queste dimensioni ridotte a ruggire sia a livello di volume, che di brillantezza del suono (mai avevamo sentito i dialoghi dei film così puliti e chiari) e soprattutto, aspetto fondamentale per chi vi sta scrivendo, dei bassi veramente pieni e potenti tanto da chiedersi dove ci abbiano nascosto un subwoofer in redazione!

nfc

Il segreto, se così si può dire, nasce dalla scelta di Creative di utilizzare ben 5 coni d’uscita rispetto ai due che vengono usati da altri prodotti simili. E vi assicuriamo che la differenza si sente, eccome!

Dopo tante considerazioni sul campo, passiamo a qualche dato tecnico: Sound Blaster Roar 2 pesa leggermente meno di 1 kg di ed oltre ad essere un altoparlante wireless/blutooth ed NFC (ma collegabile anche tramite cavo mini-USB o jack) presenta innumerevoli funzionalità, come ad esempio lo slot microSD per la riproduzione MP3/WMA/WAV e la registrazione audio grazie ad un microfono di alta qualità che fornisce pickup vocale a 360° e che lo rende il dispositivo ideale per effettuare anche teleconferenze tramite vivavoce o per registrare le proprie conversazioni al telefono.

Roar-2-Product-Guide_01_it

La sua potente batteria da 6000mAh può ricaricare smartphone e tablet tramite la presa USB, oltre a fornire fino a 8 ore di riproduzione audio continua. Ricordiamo inoltre che è possibile collegare Sound Blaster Roar 2 alla PlayStation 4 direttamente tramite il cavo micro USB per godere di tutta l’azione con bassi incisivi e chiarezza audio.

Creative Multipoint permette di collegare contemporaneamente due dispositivi stereo Bluetooth a Sound Blaster Roar 2 e passare facilmente dall’uno all’altro. Sound Blaster Roar 2 è infine dotato di codec aptX e AAC ad alta definizione, in grado di offrire audio Bluetooth wireless ad alta risoluzione e della qualità più elevata.

bluetooth

Sound Blaster Roar 2 è disponibile esclusivamente online sul Creative Store al prezzo promozionale di € 179,99. Secondo la nostra opinione, sono i soldi spesi meglio in tecnologia audio che potreste spendere. Non abbiamo riscontrato alcun difetto in un prodotto che in ogni parte del mondo (Italia compresa) sta riscuotendo un incredibile e giusto successo. Se già possedete il primo Roar però fateci un pensierino soltanto se la disponibilità in bianco e/o la riduzione di peso e dimensioni vi alletta tantissimo altrimenti non c’è ragione per fare l’upgrade viste le caratteristiche tecniche praticamente equivalenti.

RAPPORTO QUALITA’/PREZZO: 10