Dead Space 3 non chiudera’ la serie… parola di Visceral Games

Postato Feb 5 2013 - 12:00am da ITG
L’ associate producer di Visceral Games, John Calhoun, durante una sessione di domande e risposte apparsa sul PSBlog ufficiale statunitense, si è lasciato sfuggire, forse inconsapevolmente, qualche indizio sul fatto che Dead Space 3 potrebbe non essere l’ultima avventura, la conclusiva, per il protagonista Isaac Clarke. 
Ecco le parole di Calhoun in risposta alla domanda diretta di un fan relativa proprio ad un eventuale seguito di “Dead Space 3” : “Se stai cercando degli spoiler, non li chiedere a noi! Al momento vogliamo restare concentrati per assicurarci che Dead Space 3 sia il miglior gioco possibile al momento del lancio. E, mentre ci sono un sacco di storie ancora da raccontare nell’universo di Dead Space, non possiamo rivelare ciò che questo può o non può significare per Isaac”.
Il producer, in pratica, ha risposto non escludendo nulla e questo potrebbe essere un indizio importante. Riferendosi poi ad una preoccupazione diffusa tra i fan, ossia l’orientamento del gioco verso una modalità maggiormente “action” ha quindi aggiunto: “Il ritmo complessivo di Dead Space 3, nel quale si equilibrano tratti di elevata intensità d’azione a momenti di bassa intensità e tranquillità, è in realtà paragonabile al gameplay che è stato sviluppato in Dead Space 1 e 2. In realtà non consideriamo Dead Space 3 come più (o meno) basato sull’azione rispetto ai giochi precedenti. Detto questo, abbiamo reso Isaac più capace in questo gioco, comprese le sue capacità di accovacciarsi e mettersi al riparo. Queste caratteristiche sono state aggiunte per livellare il campo di battaglia tra Isaac e i nuovi nemici umani che incontrerà lungo il suo cammino, i quali sono più avanzati tatticamente dei necromorfi e potrebbero sopraffare il giocatore”.

Prima di lasciarvi, vi ricordiamo che Dead Space 3 sarà disponibile per Playstation 3, Xbox 360 e PC dal prossimo 8 Febbraio 2013 ma potete prenotarlo sin da ora su Amazon.it al prezzo più basso d’Italia e senza spese di spedizione: cliccare per credere!

Gabriele Eltrudis

Commenta con Facebook