Football Manager Mobile 2018 – La Recensione

Postato Nov 22 2017 - 3:07pm da ITG

Da qualche anno Sports Interactive, accanto alla versione per desktop e quella touch, propone una app ad hoc di Football Manager per smartphone chiamata molto semplicemente Football Manager Mobile. La versione 2018 ha sbancato gli store per i dispositivi iOS e Android grazie ad un mix equilibrato tra le tipiche dinamiche della serie ed una doverosa semplificazione per rendere fruibile il gioco anche su un piccolo schermo touch.

Ovviamente anche la rappresentazione della partita è stata riveduta e corretta con la tipica visuale 2D dall’alto ma per il resto c’è veramente tanto da fare e scoprire anche nella versione più “light” di Football Manager 2018.

In primis, esattamente come la versione completa, sarà possibile fare una carriera da allenatore (nella nuova edizione sarà possibile partire già da una certa reputazione) con una squadra esistente, oppure crearsi un proprio club da zero per chi vuole una esperienza più personalizzata. Non mancano neppure le sfide o challenge che dir si voglia. Si tratta di veri e propri scenari in cui dovremo cercare di completare gli obiettivi richiesti dal gioco ed alcuni li abbiamo trovati veramente impegnativi.

Questa nuova edizione presenta un data base ampliato che arriva fino a 21.300 giocatori, due nuovi campionati (USA e Corea del Sud) una sezione scouting migliorata e la possibilità di migliorare la qualità di osservatori e fisioterapisti, nuove opzioni per i trasferimenti, più possibilità di interazioni con i giocatori ed ovviamente un miglioramento dell’interfaccia che rende FM Mobile 2018 fruibile veramente in ogni situazione e se vorrete anche con una mano sola (con tutte le limitazioni del caso, è ovvio).

Anche i caricamenti sono stati ottimizzati al meglio e i tempi di attesa si sono veramente ridotti all’osso, aspetto molto importante per una fruizione di gioco che può essere anche da “mordi e fuggi” grazie anche alla possibilità di personalizzare la velocità con cui mostrare la rappresentazione della partita stessa.

Ovviamente il titolo presenta vari “tagli” rispetto sia alla versione completa che quella touch come ad esempio l’assenza totale di interazioni con i media e tante opzioni in meno. La versione mobile si concentra sulle scelte della rosa, delle tattiche e del mercato così come facevano le primissime edizioni del gioco quando Football Manager aveva un altro nome. Bellissime però le introduzioni di due novità: scoprire se qualcuno dei nostri giocatori entrerà nel Team of The Year e/o nell’All Time Best XI della nostra squadra.

IN CONCLUSIONE
Football Manager Mobile 2018 migliora senza rivoluzionare l’FM dedicato agli smartphone, adatto a chi vuole un’esperienza più “light” rispetto alle altre versioni ma che comunque propone un numero sufficiente di modalità di gioco ed elementi su cui interagire per avere un’esperienza di gioco comunque esaltante. Ovviamente alcuni tagli rispetto ai fratelli maggiori erano obbligate e quello della rappresentazione della partita è sicuramente quella più evidente ma ciò non toglie a FM Mobile 2018 lo status di app da non perdere per tutti gli appassionati calciofili all’ascolto amche grazie ad alcune interessanti novità introdotte in quest’ultima edizione.

VOTO: 9.1

Commenta con Facebook