Il Creatore di Xbox attacca a testa bassa Microsoft

Postato Feb 14 2013 - 12:00am da ITG
Parole taglienti giungono da niente meno che Nat Brown, ingegnere che dal 1999 ha partecipato alla creazione della prima Xbox. Ecco cosa si legge nel suo blog personale, in un lungo post intitolato Stupid, Stupid Xbox!

«Gli ultimi 5 anni, e in particolare l’ultimo anno, sono stati semplicemente dolorosi da guardare. Ci si è adagiati sugli allori, si è fallito nell’innovare e si è fallito nel capitalizzare le novità come Kinect. Vantarsi del successo strategico e di marketing quando in realtà si sta solo traendo vantaggio dai fallimenti dei propri concorrenti (sì, Sony, Nintendo – voi siete, mi spiace dirlo, dei fallimenti). Una completa mancanza di comprensione strategica della lunga battaglia per la conquista del salotto di casa. 
Come al solito Microsoft si è rovinata da sola stringendo partnership con grosse aziende di media morenti, mentre il prodotto principale, che possiamo vedere come la loro città, è in fiamme, e i loro soldati, ovverosia i loro sviluppatori, sono stanchi e demotivati, e i canali di rifornimento sono interrotti. Microsoft, sei un’idiota per avere ceduto non solo gli sviluppatori indie, ma anche un’intera generazione di fedeli ragazzini a sviluppare giochi per i dispositivi delle altre aziende
Dato che due aspetti fondamentali come l’esperienza degli utenti e il contenuto indie non sono neanche lontanamente a posto, e mi aspetto grandi investimenti futuri nei contenuti interattivi, e considerate anche mosse cretine come le misure anti-usato o l’aumento delle protezioni nel ramo mobile e nei tablet, predico un enorme fallimento e grandi perdite monetarie. E ciò mi rattrista, perché non c’è nessun motivo che il progetto fallisca, anche se è stato gestito ridicolmente per 5 anni. Xbox ha solo bisogno di qualcuno con un po’ di cervello e l’intenzione di sistemare il prodotto a livello tattico prima di andare prepotentemente avanti con la promessa di un Xbox in ogni salotto, connesso con ogni schermo di casa»
Da queste parole appare notevole la sua preoccupazione per la strada che Microsoft ha intrapreso, un percorso che potrebbe addirittura compromettere il futuro della console. Il discorso di Brown è abbastanza ampio e parte da un approccio completamente errato di Microsoft per arrivare ad ottenere le attuali “risorse” , e si conclude con frecciate dolorose su aspetti della prossima next-gen quali le misure anti-usato, quella sorta di game protection che a molti, non solo a Brown, non va a genio. Insomma non sembrano essere rimasti ottimi i rapporti tra la casa di Bill Gates e l’ingegnere di Xbox. Staremo a vedere se, in futuro, queste parole “nervose” troveranno un minimo di riscontro. Che idea vi siete fatti?

Gabriele Eltrudis

Commenta con Facebook