La Strage di Newton: Non ci provate neppure a mettere di mezzo i videogiochi

Postato Dic 15 2012 - 12:00am da ITG

Ieri una strage terribile ha colpito gli Stati Uniti e l’intero mondo. La strage più terribile, quella di bambini, i più innocenti a questo mondo che non muoiono solo a causa di un folle ma tutti i giorni spesso anche in guerre dimenticate o raid con presunti missili intelligenti. A Newton, in Connecticut comunque, è andata in scena l’azione di una persona disturbata che con le armi della madre, prima ha ucciso i suoi genitori, poi i venti bambini, la preside della scuola, altro personale dell’istituto e poi si è tolto lui stesso la vita. 

Il profilo dell’autore del folle gesto è ancora misterioso se pur il fratello parla di un disordine della personalità. Come sito di videogiochi, una cosa la vogliamo dire a chiare lettere: NON CI PROVATE NEPPURE A METTERE DI MEZZO I VIDEOGIOCHI. Oramai il gaming è un fenomeno internazionale e queste stragi, tranne poche eccezioni, accadono tutte negli Stati Uniti. Ed il motivo è fin troppo facile trovarlo: la facilità con cui si possono acquistare le armi. Ci sono 89 armi su 100 abitanti negli USA ed i controlli su chi le acquista sono praticamenti nulli. Un affranto e invecchiato Barack Obama tra le lacrime di dolore ha dichiarato che bisogna far qualcosa, che ci sono passati già troppe volte e bisogna fare qualcosa. Già in passato il presidente ci ha provato ma la lobby delle armi è stata più forte anche del “Commander in Chief”. Ci auguriamo che questa volta, anche per l’emotività della situazione, il Presidente degli USA possa veramente far qualcosa per la causa REALE di queste stragi.  Il nostro pensiero va poi a tutte le famiglie coinvolte in questa terribile vicende. Se pur solo virtualmente vi siamo vicini.
Fabrizio Tropeano 

P.S.: per chi non lo sapesse, il tentativo è già iniziato: http://www.corriere.it/esteri/12_dicembre_15/adam-lanza-strage-connecticut-profilo_54208224-4683-11e2-90a4-19087f7b891e.shtml

Commenta con Facebook