Mario E Sonic Ai Giochi Olimpichi Invernali 2014 Recensione Nintendo Wii-U

Postato Nov 15 2013 - 12:00am da ITG

Quando, circa otto anni fa, Mario e Sonic si incontrarono per la prima volta per gareggiare nei giochi olimpici in quel di Pechino, la cosa venne accolta con sorpresa ed entusiasmo dai videogiocatori: in effetti le due mascotte rappresentavano (e rappresentano) due mondo ben diversi e, soprattutto, concorrenti. L’esperimento andò a buon fine e così altre incarnazioni seguirono a quella prima uscita, fino ad arrivare ad oggi, con il debutto della neonata Wii-U.

Mario e Sonic ai Giochi Olimpici di Sochi 2014 è disponibile su Amazon.it al prezzo più basso del Web in tutte le versioni, ordinandolo lo riceverete direttamente a casa vostra senza pagare nulla per la spedizione: cliccare per credere!

Nonostante la piattaforma ospite (e le potenzialità hardware che sono ad essa legate), gli sviluppatori hanno deciso di restare ancorati alle “vecchie” meccaniche viste su Nintendo Wii. Si è così mantenuta la struttura ad eventi, con varie specialità suddivise in eventi classici e sogno, per un totale di 24 differenti tipologie di gare (i precedenti capitoli potevano vantare su ben 32 eventi).

Fortunatamente, dobbiamo dire che esiste una buona varietà tra le diverse competizioni e la sensazione di riciclaggio è davvero minima: certo, non mancano forti somiglianze come nel caso dello slalom gigante con lo snowboard, ma sono effetti congeniti alle discipline del mondo reale.

Al giocatore viene offerta la possibilità di affrontare gli eventi singolarmente o a gruppi oppure di provare ad affrontare la modalità carriera, denominata Scontro tra Leggende, in cui, per poter arrivare ad aggiudicarsi la coppa finale si dovrà affrontare una sequenza predeterminata di eventi
. Le specialità presentano purtroppo diversi alti e bassi sotto il profilo della qualità: particolarmente debole appare la componente sogno, dove gli sviluppatori si sono mostrati scarsamente creativi, presentando rivisitazioni dei giochi olimpici decisamente poco originali e coinvolgenti.

La cosa che sicuramente farà storcere il naso alla maggior parte dei giocatori consiste nel fatto che il gioco si presenta come ingiocabile senza un Wii-Remote. Grossa parte delle competizioni infatti necessitano del Wii Remote con Wii Motion Plus oppure Wii Remote più Nunchuk: senza questi controller potrete godervi solo una misera parte dei contenuti. Tra l’altro, nelle poche occasioni in cui viene richiesto l’uso del Gamepad, il suo utilizzo risulta scarsamente originale.

Nemmeno il settore tecnico brilla di luce propria: se si fa eccezione per la risoluzione di 1080p ed una palette cromatica particolarmente azzeccata, il motore grafico appare identico a quanto già visto su Wii. Non mancano inoltre casi di compenetrazione poligonale e di sporadici, quanto apparentemente casuali, cali di frame rate.

IN CONCLUSIONE
Era decisamente lecito aspettarsi qualcosa di più da Mario e Sonic ai Giochi Olimpici di Sochi 2014: il gioco in sé risulta divertente, sia da soli che, soprattutto in compagnia, ma è facile restare delusi da un numero totale di eventi inferiore rispetto a quello giocato nelle passate edizioni. Fortunatamente il gameplay delle varie competizioni risulta sempre convincente e ottimamente diversificato, anche se la modalità sogno poteva essere realizzata con maggior originalità e creatività. Anche il comparto tecnico non fa nulla per mostrare i muscoli: se si fa eccezione per i 1080p, il motore che si ha davanti è analogo a quello visto su Nintendo Wii.

GLAMOUR 8
GRAFICA 6
SONORO 7
GAMEPLAY 8
LONGEVITA’ 7
TOTALE 7

Commenta con Facebook