Memories of Mars – Anteprima Early Access Sandbox Open World per PC

Postato Lug 1 2018 - 12:11pm da ITG

Preparatevi per un brusco risveglio sul pianeta di Marte. Ambientato fra cento anni nel futuro, Marte è… una desolata desolazione e noi siamo un clone appena svegliato di cui sappiamo veramente poco se non che per sopravvivere dobbiamo combattere contro strani nemici robotici ed altri cloni con pessime intenzioni..

Dai creatori di Might and Magic Heroes e presto di Tropico 6, arriva Memories of Mars, un sandbox open world, uno sparatutto in prima persona che è attualmente in Early Access su Steam. Lo sviluppatore Limbic Entertainment ha sede a Langen, in Germania e ha lavorato a stretto contatto con Ubisoft in passato. Attualmente, sta collaborando con 505 Games per questo Memories of Mars.

Nel nostro inventario inizialmente non abbiamo nulla se non una stampante 3D. Questo è il nostro strumento principale. La stampante può costruire tutto ciò di cui abbiamo bisogno per sopravvivere e vivere nella landa di Marte. Dai muri  alle armi e agli strumenti, tutto può essere costruito ma non tutto e subito. Dobbiamo infatti prima ampliare il nostro albero delle abilità prima di essere in grado di costruire qualsiasi cosa.

Ci sono molti rami sull’albero delle abilità che portano tutti a essere in grado di costruire più cose. Ogni nodo nel ramo costa flop, valuta e punti abilità in Memories of Mars. Dal momento che il giocatore inizia con nient’altro che la stampante e una pistola, si devono trovare  ferro e flop che giacciono in diversi edifici disseminati nel grande deserto. È un inizio difficile, soprattutto dal momento che abbiamo sempre il problema ossigeno per tutto il tempo e dovremo tenerlo costantemente d’occhio.

Un’altra cosa di cui dobbiamo preoccuparci sono i robot che tenteranno di ucciderci. Dato che iniziamo non abbiamo altro che una pistola con munizioni limitate, dobbiamo schivare continuamente questi ragni meccanici e recuperare i mezzi per costruire più munizioni, armi e armature, la maggior parte delle quali sono disponibili solo una volta che avanzerà il già citato albero delle abilità.

È un gioco decisamente spietato ma con una certa perseveranza, alla fine arriveremo a poter costruire case e armi a volontà. Quando avanziamo abbastanza, potremo trovare altri giocatori e unirci in piccoli clan.

Ci sono molti server tra cui scegliere per un massimo di sessantaquattro giocatori. Alcuni giocatori tendono a trollare e sparare ad altri giocatori nei punti di respawn, il che può essere fastidioso. Fortunatamente, gli sviluppatori hanno rimediato un po’ aggiungendo una protezione di trenta secondi al risveglio.

Le prime impressioni di Memories of Mars sono positive ma comunque provvisorie, dal momento che ci sono così tante cose su cui ha ancora il gioco deve essere completato. Da sottolineare però che già da ora Memories of Mars è localizzato in italiano in modo decisamente adeguato.

Dal momento che è facile avere un punto interrogativo gigante quando si gira per i deserti arancioni di Marte, il canale Memories of Mars Discord offre ai giocatori la possibilità di ottenere maggiori informazioni e indicazioni. C’è anche una pagina Wiki che consigliamo vivamente.

Memories of Mars può dunque diventare senza ombra di dubio un buon gioco, ma c’è ancora molto da fare ma fare uscire un titolo in early access serve anche ad ascoltare il feedback dei gamer per proporre un titolo che in versione completa possa convincere al 100% la propria community.

Commenta con Facebook