1993 Shenandoah Nintendo Switch Recensione

Postato Lug 13 2020 - 11:32am da ITG

La storia di 1993 Shenandoah ha quasi dell’incredibile visto che la produzione del titolo è iniziata ben 28 anni fa, nel 1992, ed inizialmente doveva per l’appunto uscire nel 1993 sul mai troppo compianto Commodore Amiga.

Lo svedese Krister Karlsson era intento a sviluppare il titolo con un gruppo di amici ma da adolescenti basta poco per litigare e far poi naufragare un progetto. Per fortuna Kris ha deciso di non arrendersi e nel 2015 è tornato a lavorare sopra Shenandoah ed oggi il videogame è approdato su Nintendo Switch.

Come avrete facilmente intuito la produzione di Limit Break Studio, uno sviluppatore indipendente svedese non così distante dal Circolo polare artico, propone le dinamiche tipiche di uno shoot’em up a scrolling orizzontale ASSOLUTAMENTE in due dimensioni con una chiara ambientazione fantascientifica.

Tutto molto classico anche se l’introduzione di uno scudo movibile e capace di rigenerarsi automaticamente indubbiamente aggiunge un elemento interessante ed originale rispetto a quelle con cui siamo cresciuti negli anni ’90.

Elemento da non trascurare neppure le possibilità di gioco multiplayer che consentiranno fino ad un massimo di 4 amici di sconfiggere i malcapitati villain spaziale di turno.

Sarà possibile scegliere il tipo di navicella con cui affrontare schemi e boss di fine livello così come potenziare le astronavi stesse ed arricchirle di elementi accessori per avere maggiore potenza di fuoco. Il level design di pregio ricorda molto da vicino i cult di quegli anni in ambito europeo come Project X e Disposable Heroes.

Sul fronte meramente tecnico, davvero poco da dire visto che sostanzialmente stiamo parlando di un prodotto che sarebbe dovuto uscire oltre 25 anni fa. Il piano estetico di 1993 Shenandoah è decisamente quello meno riuscito: si percepisce il suo essere particolarmente derivativo da altri sparatutto e la caratterizzazione sia dei nemici che delle varie astronavi disponibili è piuttosto anonima. Decisamente meglio i boss di fine livello. Piacevolissima invece la componente sonora, ovviamente in linea con sonorità e strumenti di inizio anni ’90…

IN CONCLUSIONE
Con 12.99 euro (o magari prima potete anche provare la demo gratuita), potete installare sulla vostra Nintendo Switch un vero pezzo di storia che arriva sull’eShop dopo una gestazione di quasi 30 anni. Al di là della sua incredibile storia, 1993 Shenandoah è un must per gli amanti del retrogaming ed in particolare degli sparatutto a scrolling orizzontale che chiuderanno un occhio su una caratterizzazione estetica un po’ anonima ma che risulta essere l’unico elemento di non pregio per questa vera e propria chicca caratterizzata anche da un multiplayer per un massimo di 4 giocatori.

VOTO: 8

 

 

 

Commenta con Facebook