Cyberpunk 2077 Google Stadia Recensione forse un articolo fuori tempo massimo ma forse anche no. Leggetelo subito per scoprirlo! Facciamo il riassunto delle puntate precedenti. Alla fine dello scorso anno è uscita la produzione di CD Projekt RED funestata su Playstation 4 ed Xbox One da enormi problemi tecnici tanto che su Playstation Store fu pure rimosso per lungo tempo.

Nel frattempo si attende ancora un update next gen (che qualcuno dà già per rinviato al 2022) e al momento sembra che l’unico modo di gustarsi questo kolossal sia avere un PC con hardware di fascia alta oppure no. Qualche lettore dopo aver letto la recensione di Fifa 22 per Google Stadia e visto i relativi filmati sul nostro canale Youtube ci ha chiesto: “ma non è che potreste farci vedere come gira anche Cyberpunk 2077 su Stadia?” Detto fatto ecco i primi 20 minuti di gioco.

Come scritto nel titolo del filmato, a scoppio ritardato abbiamo scoperto che Cyberpunk 2077 su Google Stadia è fantastico! Molto ma molto superiore alla versione Xbox One fatta girare su Xbox Serie X. Stabile, fluido, definito: insomma, se non avete tanti dindi per hardware di fascia alta per PC è sicuramente su Stadia il modo migliore, attualmente, per giocare a C2077.

Magari qualcuno di voi ne vorrebbe comunque sapere di più su questo gioco? Ecco allora tutto quello che c’è da sapere. . Cyberpunk 2077 in estrema sintesi è Deus EX che incontra Grand Theft Auto. Indubbiamente, dovendo scegliere il suo genere di appartenenza è quello dei giochi di ruolo in prima persona, all’interno di una struttura open world appunto alla GTA.

Ma quello che hanno realizzato i programmatori di CD Project è una produzione mastodontica sotto ogni punto di vista, un sforzo mastodontico di ricreare un futuro tutt’altro che roseo. Ogni singolo elemento di Cyberpunk 2077 trasuda la famigerata “next generation” del gaming per la qualità delle animazioni, della caratterizzazione grafica dei personaggi, della quantità di elementi con cui è stata caratterizzata Night City. Tutto questo ovviamente si paga con tutti i problemi che il gioco ha su PS4 e Xbox One che non riescono a gestire davvero questa “grande, enorme, incredibile bellezza”. 

Le virgolette sono dovute al fatto che l’atmosfera che si respira in CP2077 è tutt’altro che bella, anzi. Se avete visto il film Strange Days, da cui Cyberpunk prende TANTISSIMO ispirazione potete farvene un’idea: mega corporazioni che controllano l’intera economia, criminalità a livelli record, innesti cibernetici che rendono sempre più labile il confine tra uomini e macchine con pesanti ripercussioni anche sulla psiche: le brain dance (qualcosa che avevamo visto di molto simile proprio in Strange Days) ovvero la possibilità di rivivere i ricordi di altre persone con una verosimiglianza totale ci fanno un po’ riflettere su quali potranno essere le conseguenze di una tecnologia che può sempre di più ma che nelle mani sbagliate può fare davvero moltissimi danni magari sempre a favore di chi è avvantaggiato da un punto di vista economico. 

Nelle tantissime e tantissime ore di gioco (il fatto poi che inizialmente si possano scegliere tre tipi di identità diverse per il nostro alter ego, aumenta ulteriormente la possibilità di rigiocarlo più volte) che potete passare tra missioni principali e secondarie di CP2077 c’è sempre tutto questo elemento “politico – sociologico” e non si può che apprezzare la profondità di questo aspetto. Non si può che lodare anche l’ottima trama, un intreccio molto complesso che si dipana nel corso di tantissime ore con tantissimi coprotagonisti più o meno riusciti. Per quanto infatti sia eccezionale il background generale ed il plot, alcuni dettagli a volte cadono eccessivamente nei cliché di genere.

Come detto, Cyberpunk 2077 è un RPG e dunque potremo realizzare il nostro alter ego a piacimento per molti parametri, livellarlo sotto vari aspetti scegliendo se magarli farlo più “picchiatore” o “nerd” visto che il videogame dà molte possibilità di completare la stessa missione tipo combattere contro ogni nemico su schermo, oppure scegliere una tattica più stealth o approfittare degli hacking possibili in un contesto e raggirare i nemici con vari sotterfugi.

L’elemento più “ludico” di Cyberpunk 2077 è buono ma non eccellente sia per quanto riguarda i momenti di guida e di combattimento. In ambito RPG siamo probabilmente ai quasi massimi livelli ma di certo non lo possiamo paragonare ad un DOOM Eternal come FPS o ad un Forza Horizon 4 per il racing. D’altronde anche sul fronte dell’intelligenza artificiale ci sono vari aspetti ancora migliorabili.

Sul fronte sonoro ugualmente bene ma non benissimo: gli effetti ambientali svolgono bene il loro mestiere mentre le musiche della soundtrack cadono un po’ nella stereotipia di come immaginarsi il futuro appunto cyberpunk: elettronica ultra pompata, chitarrone elettriche… Sostanzialmente una versione riveduta e corretta di quanto già sentito in altre occasioni tra cui il mai troppo citato Strange Days.

Sul fronte della localizzazione in italiano bisogna ammettere che qui la quantità di linee di dialogo da realizzare era veramente elevata ed il livello è assolutamente buono (ma non eccellente). Lo stesso può dirsi per l’interpretazione di Luca Ward per Keanu Reeves nella parte di Johnny Silverhand: la sua voce è sempre la più bella che un italiano può ascoltare, ma di certo abbiamo anche sentito sue migliori caratterizzazioni interpretando lo stesso Keanu in lungometraggi cinematografici.

Cyberpunk 2077 Google Stadia Recensione – IN CONCLUSIONE
Cyberpunk 2077 su Google Stadia è una delle più intense ed interessanti esperienze di gioco provate da chi vi sta scrivendo questa recensione e che da oltre 4 decadi ha a che fare con software videoludico. Se non avete un PC di fascia alta ma invece siete dotati di una connessione adeguata (noi abbiamo giocato con una 200 mega sulla carta che in pratica va a 90 nei più canonici speed test), allo stato attuale non c’è piattaforma migliore su cui vivere questo kolossal videoludico tanto bello per quanto discusso. Se non volete aspettare di vedere come cambieranno le cose con l’upgrade next generation per console che ancora non ha una data ufficiale di rilascio, tuffatevi subito nel cloud gaming della grande G e non rimarrete delusi. Tra l’altro in questo periodo c’è un’offerta molto allettante: acquistando un gioco si riceve in regalo Stadia Premiere Edition che include il controller per giocare su una Smart TV senza bisogno di nient’altro.

Cyberpunk 2077 Google Stadia Recensione – VOTO: 9.5