Farm Manager 2022 Recensione del videogame uscito prima su PC, poi su Xbox ed ora su console Playstation. Dopo averlo provato proprio su PS5 (in retrocompatibilità) vi raccontiamo come è andata in questo nuovo simulatore agricolo!

E’ bene subito sottolineare che a differenza di altri titoli (anche con nomi simili…), nella produzione di Ultimate Games non impersoneremo un contadino sul trattore o a mungere gli animali ma saremo un vero e proprio imprenditore agricolo che vorrà massimizzare i profitti ed aumentare il più possibile la produzione delle sue terre.

Il primo aspetto positivo da mettere in evidenza per questa versione console, è la grande ottimizzazione che il gioco ha ricevuto sotto il profilo dei comandi di gioco. E’ impossibile per il joypad riuscire ad essere alla pari della combo mouse + tastiera ma davvero è stato fatto tutto il necessario per rendere molto fruibile l’esperienza di gioco in ogni aspetto.

Il gioco presenta sostanzialmente tre modalità di gioco: la campagna, gli scenari ed il free play per chi vuole giocare senza starci troppo a pensare. In ogni caso quello che andrete a vivere se inserirete Farm Manager 2022 nella vostra softeca sarà un’esperienza di gioco che mescola in modo più che discreto dinamiche alla Sim City e Farming Manager. Una esperienza di gioco che non fa mai gridare al miracolo ma al contempo riesce a mantenere un ottimo equilibrio sia in fatto di curva di apprendimento, sia nei meccanismi richiesti per diventare un vero “cummenda” della campagna.

Il gioco come normale che sia ci consente di accelerare la velocità del tempo ma bisogna dire che FM2022 (stesso acronimo di Football Manager 2022…) richiede di tenere sotto controllo molti aspetti ed è difficile fare un business come si deve se si va troppo di fretta.

Farm Manager 2022 è indubbiamente un titolo low cost sia per il prezzo con cui è stato rilasciato (poco più di 15 euro), sia per una produzione che indubbiamente è lontanissima dagli standard tripla A. La realizzazione tecnica non possiamo che definirla funzionale anche se abbiamo apprezzato il ciclo giorno – notte e quello delle stagioni che ci rende più in simbiosi con l’esperienza interattiva.

Farm Manager 2022 Recensione – IN CONCLUSIONE
Farm Manager non è un titolo per tutti visto che propone un’esperienza di gioco di tipo gestionale all’interno di un’azienda agricola. Non ha nulla che faccia gridare al miracolo ma al contempo riesce a mantenere un ottimo equilibrio sia in fatto di curva di apprendimento, sia nei meccanismi richiesti per diventare un vero “cummenda” della campagna. E poi ha pure un prezzo budget decisamente invitante.

VOTO: 7.5