Recensione Asterix Obelix XXL3 The Crystal Menhir

Postato Nov 29 2019 - 10:59am da ITG
Recensione Asterix Obelix XXL3

Recensione Asterix Obelix XXL3 The Crystal Menhir. Un nome, un mito: Asterix. Insieme agli altri Galli del suo villaggio questo minuto personaggio dal mondo dei fumetti ha travalicato i confini geografici e di medium incarnandosi in lungometraggi, serie TV, gadget di vario genere e molto altro ancora.

Fra alti e bassi (picco positivo le sette fatiche di Asterix con l’eccezionale episodio della prova “burocratica”. Quello negativo secondo l’opinione di chi vi sta scrivendo questa recensione i film con attori in carne ed ossa), siamo qui a presentarvi un nuovo videogame per Playstation 4 (la versione da noi testata), Xbox One, PC e Nintendo Switch firmato Microids. Ma andiamo con ordine…

La storia inizia in un piccolo villaggio dell’Armorica, dove regna la pace e gli abitanti si occupano dei loro affari quotidiani. Un giorno però il druido Panoramix riceve una strana lettera che segna l’inizio di una nuova avventura per i nostri due eroi, e di un incubo per gli accampamenti Romani che dovranno attraversare. Aiutati dal misterioso potere del Menhir di Cristallo, i nostri due amici viaggeranno in lontani Paesi e affronteranno molti pericoli.

Se siete fan di vecchia data della serie, di cui il secondo capitolo lo scorso anno è tornato in versione rimasterizzata, è subito opportuno mettere in rilievo che questo terzo capitolo ha preso direzioni ludiche decisamente differenti anche perché è cambiato il team di sviluppo che ora è quello di OSome Studio.

Il primo elemento evidente è dato dal cambio di inquadratura, diventato a volo d’uccello e non più in terza persona. C’è però anche la graditissima novità del gioco in cooperativa, primo videogame di Asterix ad averla, che magari consentirà di giocare assieme ad un giovane fan e ad un suo genitore o un fratello/sorella maggiore.

Ci troviamo così di fronte ad un picchiaduro a scorrimento piuttosto basico, se pur l’utilizzo di cristalli e pozioni magiche siano delle ottime variazioni sul tema, e a volte fin troppo ripetitivo ma comunque piacevole pensando ad un target di riferimento anagraficamente giovanissimo.

Per quanto riguarda infine la realizzazione tecnica, bisogna fare un netto distinguo. L’occhio più attento noterà un dettaglio piuttosto basso delle texture così come alcuni fastidiosi cali di frame rate. Lo sguardo più innocente dei giovanissimi invece si focalizzerà sui simpaticissimi galli che ovviamente sono stati riprodotti fedelmente rispetto al fumetto originale. Di certo qualche cosa in più si poteva fare anche per le cut scene decisamente poco animate.

Sul fronte sonoro, in primis va fatto un plauso per l’eccellente doppiaggio in italiano, sicuramente l’aspetto migliore di tutta la produzione. La musica e gli effetti sonori invece svolgono discretamente la loro funzione.

Recensione Asterix Obelix XXL3 – IN CONCLUSIONE

Asterix Obelix XXL3 The Crystal Menhir, ben lungi dall’essere un capolavoro, è un prodotto destinato ai giocatori più piccoli, che avranno modo di vestire i panni di uno dei due simpatici galli, magari in compagnia di mamma, papà o di un fratello/sorella maggiore grazie all’introduzione della serie della possibilità di gioco per due in contemporanea. Al prezzo budget con cui viene proposto è sicuramente una buona idea regalo per le imminenti festività di fine anno.

Recensione Asterix Obelix XXL3 – VOTO 7

 

 

Commenta con Facebook