Tennis World Tour Roland-Garros Edition – La Recensione

Postato Giu 8 2019 - 3:20pm da ITG

A distanza di poco meno di un anno dalla sua prima uscita, Tennis World Tour torna su Playstation 4 (la versione da noi testata), Xbox One, PC e Nintendo Switch con la Roland-Garros Edition. L’uscita, molto attesa per via di titoli dedicati al tennis sulle console di ultima generazione, non decretò il successo da parte dei videogiocatori per vari problemi anche strutturali della produzione di BigBen Interactive.

Questa nuova edizione propone i tanti aggiornamenti usciti nel corso di questi 12 mesi, tra cui lo sblocco dell’online, insieme a nuovi contenuti dedicati per l’appunto al celeberrimo evento sulla terra rossa francese come i vari campi dove si disputa il prestigioso torneo.

Finiti i tempi di caricamento dunque, nella schermata iniziale ci troveremo un menù dove avremo modo di scegliere se affrontare una esibizione, un torneo rapido, migliorare le nostre qualità in una sorta di accademia virtuale (il tutorial a tutti gli effetti) oppure affrontare la più longeva modalità carriera.  Potremo dunque così creare il nostro alter ego personalizzato con un editor decisamente variegato e ricco di parametri estetici (e non solo) su cui intervenire.

Nella modalità carriera, affrontabile anche con un tennista già presente nel gioco a nostra libera scelta, si vivrà il ciclo annuale di un vero tennista professionista con i vari tornei più importanti (con appunto anche l’introduzione del Roland – Garros), il cambio nel tipo di campi e quant’altro. Oltre a giocare le partite, guadagnando soldi dalle competizioni, potremo migliorare sia la nostra attrezzatura che migliorare i nostro parametri, assumendo allenatori sempre migliori.

Nonostante i molti miglioramenti avvenuti nel corso di questi dodici mesi, il gameplay è tutt’altro che scevro da difetti con la sensazione che il tennista si muove in modo eccessivamente automatizzato, levandoci il piacere di immedesimarci davvero nei suoi panni. Anche l’intelligenza artificiale è quanto meno bizzarra passando da un livello scarso ad un livello pazzescamente elevato di difficoltà senza motivo apparente.

Sotto l’aspetto audiovisivo da segnalare una buona grafica “statica” mentre per le animazioni si poteva fare davvero molto di più così come per il pubblico di contorno ed il comparto audio, minimale negli effetti e poco sincronizzato per quanto riguarda il commento pur presente in italiano.

IN CONCLUSIONE
Tennis World Tour era arrivato lo scorso anni nei negozi chiaramente incompleto e dopo dodici mesi di rilasci di patch, la situazione è stata parzialmente sistemata a cominciare dall’arrivo del gioco online. Ancora oggi però il gameplay deve essere ulteriormente sistemato per essere più coinvolgente al di là dei nuovi contenuti arrivati con questa Roland Garros Editio. Se proprio volete un gioco di tennis e non riuscite più ad aspettare, fateci un pensierino soprattutto per l’eccellente modalità carriera presente ma tenete in considerazione le carenze che abbiamo elencato nel corso della nostra recensione.

VOTO: 6

Commenta con Facebook