Anno 1800 – La Recensione

Postato Apr 24 2019 - 7:55am da ITG

Se oramai da qualche anno Sim City, la serie che ha letteralmente dato vita al genere dei builder si è presa una pausa di riflessione, per gli amanti di questo tipo di interazione videoludica, ci pensano Ubisoft e Blue Byte a tenere alto il vessillo.

Così dopo varie interazioni futuristiche, la serie Anno torna su PC Windows facendo un salto indietro nel tempo a due secoli fa. in pratica agli albori della Rivoluzione Industriale realizzando a tutti gli effetti uno dei migliori rappresentanti di sempre sia di questo brand che dell’intero genere.

Anno 1800 di base porta dunque avanti la tradizione che i fan conoscono bene e dunque si potranno creare enormi metropoli, pianificare reti logistiche efficienti, colonizzare un nuovo continente esotico, inviare spedizioni in tutto il mondo e dominare i propri avversari con la diplomazia, il commercio o la guerra.

Ad una base tipica di un builder in tempo reale, si innestano poi elementi da gioco di ruolo – strategico con alcune mini missioni che forse però sono l’unico elemento che non ci ha convinti fino in fondo. Davvero riuscito invece l’inserimento di una vera e propria storyline a a carattere familiare che va di pari passo con lo scorrere del tempo e la realizzazione dei nostri obiettivi.

Anno 1800 può considerarsi a tutti gli effetti un titolo da tripla A (e non è la norma in campo builder, tutt’altro!) vuoi per le cut scene realizzate ottimamente ma anche per la già citata trama senza dimenticare una straordinaria colonna sonora di taglio cinematografico con delle melodie che rimangano davvero nel cuore dei giocatori. La lista dei complimenti poi deve essere completata dal sottolineare come il motore grafico sia davvero un’autentica meraviglia per gli occhi mentre l’interfaccia utente ancora una volta rappresenta anche in questo caso il top che si può chiedere al genere.

Importante sottolineare poi come la modalità campagna sia soltanto l’inizio dell’esperienza di gioco visto che poi potremo affrontare la modalità sandbox dove non esistono limiti ed infine anche metterci alla prova con altri giocatori nella modalità multiplayer per una longevità già elevatissima che sarà ulteriormente allungata da un piano di contenuti aggiuntivi che in parte sarà a pagamento ed in parte gratuita. Tra le novità che arriveranno successivamente, va segnalata anche la richiestissima modalità co-op.

IN CONCLUSIONE
Con Anno 1800, finalmente gli appassionati di builder, tornano ad avere un titolo di spessore e dalla qualità elevatissima. La produzione di Ubisoft e Blue Byte rappresenta davvero il meglio della serie e di tutto il genere. Se escludiamo le missioni “action” di cui si poteva fare sostanzialmente a meno, per il resto il titolo non ha da farsi perdonare nulla, lasciando al giocatore la sensazione di una grande produzione sotto il profilo della realizzazione audiovisiva, della cura con cui è stata realizzata l’interfaccia utente, della precisione con cui l’intelligenza artificiale gestisce il rapporto di causa / effetto delle nostre scelte. Considerando che Anno 1800 dà modo di personalizzare al massimo anche ogni modalità, ci sentiamo davvero di consigliare davvero a tutti questo sorprendente titolo, ad eccezione ovviamente di chi è davvero allergico al genere di appartenenza.

VOTO: 9

 

Commenta con Facebook