Diablo 3 Eternal Collection Recensione Switch

Postato Nov 5 2018 - 3:04pm da ITG
Diablo 3 Eternal Collection Recensione

Diablo 3 Eternal Collection Recensione Switch. Recensiamo Diablo 3 su queste pagine da oltre sei anni. Era infatti fine maggio del 2012 quando su ItaliaTopGames abbiamo assegnato un top score al masterpiece di Blizzard (sapete che sul suo battle.net ha deciso di regalare Destiny 2 per PC?). Dopo le versioni per due generazioni di console Sony e Microsoft, ecco arrivare l’eternal collection del titolo davvero eterno per Nintendo Switch. Sarà vera gloria? Scopriamolo subito insieme.

Di base la ricetta di Diablo 3 non cambia neppure sulla console “ibrida” della grande N. Il gioco continua l’epica trama tipicamente fantasy dei precedenti capitoli della saga vent’anni dopo i fatti di Diablo II e la morte di Baal. Anche su Switch (qui trovate tutte le recensioni italiane) i giocatori avranno modo di vestire i panni di uno dei varo eroici protagonisti lanciandosi in scontri mozzafiato contro sterminate legioni di entità malvagie.

Durante la loro avventura per liberare Sanctuarium dalla corruzione delle armate degli Inferi Fiammeggianti, i giocatori esploreranno ambienti variegati e pericolosi, intraprenderanno adrenalinici combattimenti con orde di mostri e temibili boss, acquisiranno esperienza e nuove abilità, otterranno artefatti d’indicibile potenza e incontreranno personaggi chiave che si uniranno a loro in battaglia o che li aiuteranno indirettamente. Diablo 3 saprà soddisfare le aspettative dei giocatori, presentando un’interfaccia intuitiva, azioni veloci e un’accattivante esperienza di gioco.

Come al solito, stupendi i filmati di intermezzo (peccato che ce ne sia soltanto uno per atto), anche per il resto Diablo 3 si mantiene vicino alle coordinate dei suoi predecessori: con la tipica visuale isometrica, Diablo 3 è il più alto rappresentante del “click & kill” ovvero clicca e uccidi originariamente su PC. Anche qui comunque per un buon 80%, quello che dovremo fare sarà proprio quello di andare in giro per uccidere. Certo potremo anche parlare con i personaggi del gioco e creare un piccolo commando di soggetti pronti a partire ma sono azioni comunque marginali al nucleo più importante del gameplay.

Vale la pena poi sottolineare l’appeal visivo del gioco. Design galattico, splendide animazioni e ambientazioni, gestione di tantissimi elementi su schermo senza alcun tipo di problema nonostante i bellissimi effetti luce presenti. Il tutto gira su Switch a 60 fotogrammi al secondo e non abbiamo percepito alcun rallentamento giocando con la console in dock, cosa che raramente invece capita in modalità portatile.

Infine un plauso va fatto alla parte sonora: alle composizioni musicali di ottimissima qualità, è doveroso ringraziare Blizzard Italia per avere investito e molto sulla localizzazione completa del titolo. Difficilmente si trovano videogames doppiati con una qualità cinematografica e per fortuna Diablo 3 è uno di questi.

L’Eternal Collection Diablo 3 Switch include ogni funzione, rifinitura e aggiornamento finora apportati a Diablo III, compresi l’acclamata espansione Reaper of Souls e il pacchetto Ascesa del Negromante rilasciato lo scorso anno, oltre a oggetti bonus esclusivi per la piattaforma, come il completo d’arme ispirato a Ganondorf, il famigerato antagonista della serie The Legend of Zelda.

Diablo 3 Eternal Collection Recensione – Anche gli amiibo!

Gli eroi che vogliono dare il massimo nelle loro campagne possono sfruttare il supporto per gli amiibo offerto da Diablo III: Eternal Collection e accaparrarsi un amiibo Goblin predone, disponibile da dicembre. Usare l’amiibo Goblin predone apre un portale verso l’Abisso d’Oro, il mitico Regno dei Tesori colmo di ricchezze e protetto dalla Baronessa in persona. Inoltre, i giocatori possono usare qualsiasi amiibo disponibile una volta al giorno per generare gruppi di potenti campioni da sconfiggere in cambio di bottini ed esperienza.

Diablo III: Eternal Collection è ottimizzato per Nintendo Switch e consente ai giocatori di sfruttare al massimo la sua intensa e gratificante dinamica di gioco, sia con un Joy-Con che con un Pro Controller. L’ampia gamma di opzioni multigiocatore garantisce sempre la possibilità di giocare insieme agli amici. Fino a quattro giocatori possono connettere le proprie console senza fili, collegarsi mediante il servizio Nintendo Switch Online o condividere lo schermo di una singola Nintendo Switch.

Diablo 3 Eternal Collection Recensione – IN CONCLUSIONE
Potersi soltanto immaginare di poter giocare ad una bellissima esperienza interattiva come Diablo 3 prima di Switch era impossibile ed oggi invece quel sogno è diventato realtà. Il masterpiece di Blizzard ha ancora un grandissimo fascino dopo 6 anni dalla sua prima uscita e le possibilità offerta dalla console della grande N per la fruizione e per le possibilità di gioco multiplayer sono un clamoroso valore aggiunta. Unica nota di demerito i caratteri delle scritte leggermente troppo piccoli rispetto alla fruizione da TV rispetto alla vicinanza con cui si è di fronte al monitor del PC. Peccato veniale che non inficia davvero quello che a tutti gli effetti è il miglior videogame non Nintendo disponibile su Switch.

Diablo 3 Eternal Collection Recensione VOTO: 9

Commenta con Facebook