Saints Row IV Recensione Playstation 3 Xbox 360 PC

Postato Ago 24 2013 - 12:00am da ITG

Saints Row 4 esce nel momento in cui gli occhi dei videogiocatori di tutto il mondo sono puntati sulla prossima uscita di GTA V e potrebbe rivelarsi ben più di un semplice antipasto al titolo Rockstar, dal momento che la serie, ed in particolare il terzo capitolo, ha saputo accaparrarsi la simpatia di pubblico e critica. Da quella terza uscita ne è passato di tempo e THQ è crollata sotto il peso dei debiti, Koch Media ha inglobato Volition e gli ha affidato il compito di portare il nuovo episodio di Saints Row verso nuove vette di eccellenza…

Saints Row 4 è disponibile su Amazon.it al prezzo più basso del Web in tutte le versioni, ordinandolo lo riceverete direttamente a casa vostra senza pagare nulla per la spedizione: cliccare per credere!

Cavalcando l’onda di popolarità il Leader dei Saints ha deciso di concorrere per la carica più alta riuscendo nell’improbabile compito di arrivare alla Casa Bianca come Presidente degli Stati Uniti.

Ma non tutto è andato perfettamente. Nonostante abbia eliminato il deficit, la fame nel mondo e inserito la pole dance come sport olimpico, qualcosa di oscuro sta arrivando: l’Impero Zin.
Guidati dal saggio ed egocentrico Zinyak, gli Zin hanno attaccato sfacciatamente Washington DC e sequestrato il Presidente e il suo intero gabinetto
.Il loro obbiettivo era quello di catturare i prigionieri in una gabbia virtuale per abbatterne la volontà… ma non avevano realizzato che i rapiti non erano politici grassi e indifesi, ma bensì gli uomini e le donne più pericolosi del pianeta.

Da come avrete avuto modo di intuire dalla trama, Saints Row 4 è un titolo assolutamente fuori di ogni misura (nel senso migliore del termine) creando una serie di situazioni assolutamente esagerate e spettacolari, infarcendole di tanta ironia e sano citazionismo spinto all’inverosimile: possiamo garantirvi che dopo pochi minuti vi scoprirete a ridere a crepapelle, assolutamente increduli di quello che vi si sta parando davanti agli su schermo.

Dal punto di vista del gameplay, i comandi base sono ripresi a forza dal predecessore: abbiamo la fase di shooting con controlli classici e possibilità di zoomare parzialmente tramite pressine del canonico R1. Nel caso di attacchi ravvicinati è possibile tirare calci con pressione di R3 (o di usare lo stesso tasto per assassinii silenziosi).

Ad un certo punto del gioco però sbloccherete i superpoteri, che aggiungono un bel po’ di sale a quanto appena descritto, visto che potrete contare su superforza, su uno scatto più veloce delle automobili presenti nella mappa e su un fantastico super salto: il tutto rende davvero molto più divertente ed efficace fare fuori gli alieni avversari. Dal punto di vista dell’open-world, il titolo si presenta decisamente meno vasto in termini di mappa di quanto offra l’agguerrita concorrenza; mancano inoltre dei sottogiochi comuni e attività legati al passare del tempo fine a se stesso. Le quest secondarie godono della stessa eccessiva spettacolarità delle principali, così potrete sbizzarrirvi con distruzione della proprietà privata, hacking dei negozi, corse a folle velocità per le strade cittadine e molto altro. Sul lungo andare, per quanto divertenti, dobbiamo dire che tendono un pochettino a perdere la loro forza di catturare il giocatore.

L’aspetto tecnico è quello che meno convince del titolo Volition: se da un lato il sonoro è di ottima fattura, soprattutto grazie allo splendido doppiaggio inglese sottotitolato in italiano (nel casto troviamo tra l’altro anche Terry Crews), il motore grafico fa qualche passo indietro rispetto alla terza edizione. A saltare maggiormente all’occhio sono i bug grafici, che si distinguono in particolar modo per le frequenti compenetrazioni poligonali; le texture non brillano per definizione e i modelli poligonali lasciano un po’ a desiderare; degni di nota invece molti effetti speciali, quelli delle esplosioni in primis.

IN CONCLUSIONE
Saints Row 4 si presenta più esagerato e folle che mai e del suo essere assolutamente fuori misura (nel senso migliore del termine) dà prova sin dalle primissime battute, durante una presentazione interattiva-tutorial che funge un po’ da carta di identità per il titolo Volition. Il quarto capitolo della serie di distacca un po’ dai canoni del genere, facendo della parodia il suo fulcro: certo, chi ama l’assoluta interattività delle strade cittadine può storcere un po’ il naso, ma possiamo garantirvi che soprassedendo su questo aspetto (e sull’aspetto grafico poco convincente) riuscirete ad assaporare uno dei titoli più divertenti spassosi, esilaranti e divertenti degli ultimi anni.

GLAMOUR 9
GRAFICA 7.5
SONORO 9.3
GAMEPLAY 8.8
LONGEVITA’ 9
TOTALE 9.2

Commenta con Facebook