Mortal Kombat 11 Aftermath Recensione

Postato Giu 1 2020 - 10:35am da ITG
Mortal Kombat 11 Aftermath Recensione

Disponibile per Playstation 4, Xbox One, PC (la versione da noi testata), Google Stadia e Nintendo Switch, Mortal Kombat 11 Aftermath è ben più di un canonico DLC visto che può considerarsi a tutti gli effetti di un secondo atto del riuscitissimo ultimo capitolo dell’amatissima serie di picchiaduro firmata da Netherealm Games.

Acquistabile come contenuto aggiuntivo o, ad un prezzo leggermente superiore, anche ex novo se non possedete il gioco base (e nel pacchetto ci sono anche tutti DLC usciti fino ad oggi), MK11 Aftermath propone tutto quanto di buono c’era in Mortal Kombat 11 arricchito da una nuova storyline direttamente legata agli eventi vissuti nella storia principale del videogame a cui si sommano anche tre personaggi completamente inediti come Fujin, Sheeva e RoboCop. Aftermath ha pure altri contenuti aggiuntivi che però sono disponibili gratuitamente per il gioco base tra cui il ritorno delle friendship!

Mortal Kombat 11 Aftermath i giocatori assumeranno nuovamente il ruolo di vari combattenti per continuare l’epica saga con al centro God Liu Kang, il nuovo custode del tempo e protettore del Regno della Terra, costretto a chiedere aiuto ad improbabili alleati e nemici di lunga data per stringere nuove alleanze mentre il destino di due mondi è in bilico.

In circa 3 ore di durata, torneremo ancora una volta a viaggiare nel tempo per “mettere le cose a posto” in maniera definitiva dopo quanto accaduto in Mortal Kombat 11 ed il piano diabolico di Kronika. Senza darvi alcuno spoiler, possiamo però dirvi che ci sarà nuovamente un finale multiplo con tutte le conseguenze del caso per la continuity della serie.

Come tutti (o almeno la stragrande maggioranza di chi sta leggendo questo articolo) sanno, Mortal Kombat è un picchiaduro a duelli, caratterizzato da un ottimo character design e da un’estetica piuttosto crude, truce e forte. Nel corso degli anni il gioco ha subito un’evoluzione sostenuta e si mantiene decisamente ai massimi livelli del genere.

Inoltre ritroviamo le famose torri da scalare con ogni personaggio. Variazioni sul tema sono le torri del tempo che, tramite la connessione ad Internet (necessaria in realtà per ogni modalità di gioco), variano continuamente a seconda delle settimane ma anche delle fasce orarie, proponendo sfide sempre diverse ai giocatori più incalliti di MK.

Completa il quadro, oltre ovviamente a tutto il multiplayer online ed offline, il viaggio nella kripta, avventura in terza persona con cui potremo sbloccare una quantità inenarrabile di extra.

Sul fronte del gameplay, Mortal Kombat 11 Aftermath si mantiene fedele alle caratteristiche dei suoi predecessori: indubbiamente avere i 60 frame al secondo rende l’azione davvero molto più fluida ed anche l’interazione fra i due personaggi è molto più precisa e meno lasciata al caso, rendendo il tutto molto più coinvolgente e responsabilizzante. 

Sotto il profilo grafico, abbiamo già accennato dei 60 frame. La versione PC da noi provata, si è dimostrata veramente uno spettacolo per gli occhi: animazioni esaltanti, dettaglio dei particolari sensazionale per ogni personaggio. Non sappiamo dirvi se abbiamo apprezzato maggiormente l’aspetto estetico o quello tecnico visto che in entrambi i casi siamo a livelli sensazioni.

Pollice in alto anche per il sonoro: le musiche di sottofondo svolgono bene il loro lavoro ed anche il doppiaggio in italiano è su livelli eccellenti.

IN CONCLUSIONE
Mortal Kombat 11 è stato un titolo veramente “smart” inteso come capace di soddisfare sia gli hardcore gamers appassionati di picchiaduro che i giocatori meno esperti di beat’em a duelli ma che tra storia principale ed elementi da sbloccare sono divenuti pian piano degli abilissimi utilizzatori di fatality e brutality. Aftermath va al di là del classico DLC, proponendosi come un vero e proprio secondo atto della bellissima storia del gioco, insieme all’introduzione di tre nuovi personaggi decisamente riusciti. Unica nota negativa, un prezzo piuttosto elevato per chi ha già il gioco base. Chi invece acquista l’intero pacchetto con Mortal Kombat 11 e tutti i DLC usciti fa un vero affarone! E adesso non vediamo l’ora di vedere cosa combinerà Netherealm su Playstation 5 ed Xbox Serie X.

VOTO: 8

 

Commenta con Facebook