Tony Hawk Pro Skater 1+2 arriva anche su Playstation 5 ed Xbox Serie X per splendere ancora di più. Ecco la nostra recensione Next Gen!

A distanza di circa 6 mesi dall’uscita su PC, Playstation 4 ed Xbox One, il titolo di Activision torna sulle console next generation di casa Sony (e noi abbiamo testato il videogame proprio su PS5) e Microsoft. Scopriamo dunque come l’upgrade next gen ha migliorato la qualità dell’esperienza che ci aspetta.

A distanza di oltre 20 anni dunque dall’uscita del capitolo fondante della serie, Tony Hawk torna con questa compilation fedelissima in termini di gameplay dalle due produzioni originali. Se già li conoscete, sappiate che Vicarious Vision ha davvero fatto di tutto per lasciare integra l’esperienza di gioco. Dovendo trovare delle differenze, segnaliamo la presenza del manual mode anche nel primo capitolo che ai tempi Neversoft non ha potuto introdurre con una patch visto che nel millennio scorso gli aggiornamenti tramite online erano ancora di lì a venire.

A tal proposito segnaliamo che è stato appunto inserito anche il multiplayer online oltre a quello locale con una serie di modalità che vi terranno impegnati a lungo e dove trova spazio anche l’editor per realizzare come meglio vorrete il vostro alter ego personalizzato.

La quantità di contenuti presenti tra il primo e secondo capitolo anche per il single player vi terrà davanti alla TV o al monitor davvero per tantissime ore con un totale di 17 livelli differenti da affrontare in varie modalità ben variegate. E per essere chiari: pur essendo passati 21 anni, Tony Hawk è invecchiato davvero bene sotto il profilo del gameplay tanto che potrà essere apprezzato senza problemi anche da chi non ha giocato gli originali, ma che ovviamente abbia un certo feeling con lo skate. Da segnalare poi una fantastica implementazione dei trigger adattivi su Playstation 5 che ci faranno sentire ancora di più come se fossimo davvero sopra uno skate.

Per quanto riguarda infine la realizzazione tecnica, i programmatori hanno cercato di rimanere il più fedeli possibili all’estetica originale, ovviamente migliorando la risoluzione generale, la qualità delle texture e gli effetti luce. Sulle console next generation possiamo avere i 60 frame al secondo con anche la risoluzione di 4K anche mentre si gioca in split screen o in alternativa 120 fps con risoluzione di 1080p per chi possiede TV o monitor che supportano questa possibilità .

Anche la colonna sonora è rimasta quasi del tutto invariata e non è affatto un problema visto che presenta il meglio del rock declinato in tutte le sue forme degli anni ’90.

Tony Hawk Pro Skater 1+2 Recensione Next Gen – IN CONCLUSIONE
Dopo aver fatto un eccellente lavoro con Crash Bandicoot, il team di sviluppo di Vicarious Vision conferma con Tony Hawk’s Pro Skater 1+2 di saper davvero trattare con i guanti in grandi titoli del passato. Questa compilation ci restituisce un gameplay fedele dei due titoli, con una realizzazione tecnica che su console next generation raggiunge davvero il top. Su PS5 segnaliamo anche una ottima implementazione dei trigger adattivi. Se dunque avete amato i due videogiochi originali o semplicemente siete alla ricerca di due eccellenti esperienze di skate “virtuale”, la produzione di Activision deve entrare assolutamente nella vostra softeca.

VOTO: 9