Videogiochi e Crimine? Nessun punto in comune, lo conferma uno studio

Postato Gen 14 2013 - 12:00am da ITG
Videogiochi e criminalità, due mondi lontani e distinti, che non hanno nulla a che fare tra loro nonostante le tante campagne diffamatorie. E’ questo il parere di Michael Gallagher, CEO dell’associazione Entertainment Software Association, che ha partecipato ad una riunione voluta direttamente dal presidente degli Stati Uniti Barack Obama per discutere della possibile influenza dei videogiochi sulle stragi come quella del Connecticut a Newton.
Alla presenza del vice presidente Joe Biden e dei più importanti rappresentanti del mondo videoludico, Gallagher ha negato qualsiasi tipo di collegamento tra videogiochi e violenza, presentando prove concrete a cominciare dalla diminuzione dei crimini commessi dai giovani negli ultimi anni nonostante l’aumento di popolarità dei videogames. 
Commenta con Facebook