WWE 2K14 Recensione Playstation 3 Xbox 360

Postato Nov 13 2013 - 12:00am da ITG

Ci siamo! L’appuntamento più atteso dai videogiocatori appassionati di Wrestling come il sottoscritto è arrivato, il nuovo videogame della WWE è tra noi! Cosa aspettarsi da questa nuova edizione del Wrestling per la prima volta targato 2KSports che oramai ha perso nel titolo Raw vs Smackdown e per chiamarsi semplicemente WWE 2K14? Continuate a leggere la nostra recensione e lo scoprirete presto!

WWE 2K14 per Playstation 3 ed Xbox 360 è disponibile su Amazon.it al prezzo più basso del web e senza spese di spedizione. Cliccare per credere!

Dopo il rapido caricamento, eccoci a scoprire subito le modalità di gioco. In primis troviamo tutte le possibilità di esibizione. Confermatissimo e ulteriormente potenziato lo strepitoso editor dove è rimasta la possibilità di personalizzare in modo complesso le entrance dei lottatori e le finisher. Oramai immancabile anche il gioco on line dove adesso ben 12 giocatori potranno prendere parte a tutte le varie modalità presenti anche nel gioco off line compresa la Royal Rumble (per un massimo di 12 superstar con 6 lottatori dentro sin dall’inizio, gli altri che nell’attesa potranno anche dilettarsi in mini giochi)! Immancabile il WWE Universe: in pratica i nostri match saranno sempre inclusi nel calendario degli eventi ufficiali dove potremo intervenire in ogni incontro delle card di tutti gli show, anche ovviamente con una superstar creata da noi.

La novità principale è la sostituzione della Attitude Era con 30 Years of Wrestlemania. In pratica sarà possibile affrontare 45 match, gli incontri più epici della più importante manifestazione della WWE di ogni anno. Tra gli altri saranno presenti Hulk Hogan, Andre’ The Giant, Goldberg, Ricky Steambot, Machi Man Randy Savage, The Rock, Ultimate Warrior, Undertaker, John Cena e moltissimi altri ancora! Attraverso numerosissimi filmati originali, potremo rivivere alcuni dei momenti rimasti nel cuore dei più affezionati. Bisognerà vincere i match più epici ma anche soddisfare anche obiettivi secondari come fare un bodyslam ad Andrè The Giant nei panni di Hulk Hogan nel corso di Wrestlemania 3.

Altra modalità suggestiva quella con protagonista Undertaker: o nei suoi panni dovremo cercare di continuare la sua winning streak a Wrestlemania oppure cercare di batterlo con un’altra superstar e non sarà facile, ve l’assicuro

Il gameplay è piuttosto simile al suo predecessore: immediato, meno complesso e maggiormente spettacolare. Via ogni barra, molto più semplice fare mosse spettacolari senza bisogno di combo difficilissime ed il tutto gira decisamente meglio rispetto al passato. Il sistema di prese e controprese funziona molto meglio, il button smashing per fortuna è stato notevolmente ridotto ed i wrestler eseguiranno le mosse più congrue alle posizioni in cui si trovano e dove si trova l’avversario. Tutto è quindi leggermente più semplice del passato: forse qualcuno non apprezzerà tale decisione ma noi la condividiamo in pieno.

Sul fronte tecnico, il gioco è migliorato molto rispetto allo scorso anno soprattutto per quanto riguarda il sistema delle interazioni fra i personaggi finalmente senza alcun tipo di bug. Ottimi come sempre i modelli poligonali e le texture (oltre a qualche effetto pregevole come la sudorazione e la perdita di sangue delle superstars) così ben fatte che mentre saremo sul ring virtuale ci sembrerà quasi di essere veramente a Raw o a Smackdown!

Anche il pubblico è stato migliorato con una tridimensionalità finalmente credibile così come le arene e le entrance (assolutamente da vedere quelle di HHH e di Undertaker) acquisiscono un valore estetico maggiore. Non ci ha fatto gridare al miracolo invece il sonoro con la telecronaca rimasta in inglese ed i soli effetti sonori nel corso dei match (ma perchè non dare la libertà di giocare con un pò di musica a chi avrebbe voluto??? Scelte che ci rimangono sempre oscure!) che non riescono a “riempire” particolarmente. Il sonoro è indubbiamente la parte più carente del titolo anche perchè i boati del pubblico non sembrano essere affatti in sincronia con l’azione sul ring.

IN CONCLUSIONE
La prima volta della WWE sotto i vessilli di 2K Sports ci consegna probabilmente il titolo con più modalità di gioco entusiasmanti (a cominciare da 30 Years of Wrestlemania), il più bel roster di sempre ed un editor ancora più potente. Al di là dei limiti del motore grafico (per PS4 e Xbox One ce ne vuole sicuramente uno nuovo…), l’unica macchia del titolo è la componente sonora veramente sotto tono in ogni elemento. Per il resto WWE 2K14 dovrebbe essere nella softeca di tutti coloro che conoscono a memoria i vincitori di tutte le Royal Rumble e le location di tutte e 30 le Wrestlemania… ma anche chi si diverte a vedere il Wrestling in TV senza esserne un “maniaco” come il sottoscritto e tanti altri milioni in giro per il mondo…

GLAMOUR 10
GRAFICA 8.5
SONORO 6
GAMEPLAY 9
LONGEVITA 10
TOTALE 8.7

Commenta con Facebook