Barack Obama alle prese con videogiocatore deluso da Devil May Cry

Postato Gen 22 2013 - 12:00am da ITG
Barack Obama è in questi giorni alla ribalta non solo per il discorso presidenziale che apre il suo secondo mandato come Presidente degli Stati Uniti d’America, ma anche nel mondo videoludico per essere il destinatario di una incredibile quando stravagante petizione (non da meno quella per la costruzione della Morte Nera) da parte di un giocatore “deluso”.
Incredibile ma vero, il videogamer ha dato il via ad una petizione ufficiale sul sito della Casa Bianca da inviare al presidente Obama per rimuovere dai negozi DmC – Devil May Cry, il gioco realizzato da Ninja Theory e Capcom. Il motivo? La delusione per il cambio netto del gioco rispetto ai predecessori, tanto che per il primo firmatario della bizzarra petizione DmC offenderebbe i consumatori!
Perfino ne violerebbe i diritti, perché i videogiocatori non volevano questo reboot, che risulta offensivo e totalmente diverso dall’originale. La lettera finisce invocando “Mr. Obama” a guardare in profondità il proprio cuore e a prendere la decisione giusta per i giocatori, cioè quella di rimuovere il videogame dai negozi!
Ma, oltre che il contenuto, alquanto singolare risulta anche l’utilizzo del “Noi giocatori” nella lettera visto che finora la petizione ha raggiunto poco più di 20 firme, mentre il traguardo per arrivare sul tavolo del presidente degli Stati Uniti è di ben 100.000 firme. DMC sta infatti piacendo molto a critica e pubblico: qui la nostra recensione.
Robe da pazzi, verrebbe da dire, ed invece è tutto incredibilmente vero! E voi? Sareste disposti ad arrivare a proporre una petizione del genere per la delusione di un videogame non particolarmente riuscito? 
Commenta con Facebook