Recensione Destiny 2, più esattamente della nuova espansione per il gioco di Bungie, Oltre la Luce, già disponibile per PC, Google Stadia, console Xbox e Playstation (abbiamo testato l’espansione su PS4 per l’esattezza) con gli upgrade next per Playstation 5 ed Xbox Serie X|S in arrivo molto presto visto che i due aggiornamenti saranno disponibili dal prossimo 8 dicembre.

Giochi come Destiny 2 mutano continuamente con nuovi eventi ed attività ma riteniamo di averlo testato a sufficienza per valutarlo ad oggi. Poi ovviamente potranno esserci importanti cambiamenti che magari in un futuro potremo nuovamente considerare ed aggiornare questa recensione.

Oltre la Luce è la terza espansione di Destiny 2 dopo I Rinnegati (2018) e Ombre dal Profondo (2019), ma rappresenta anche l’inizio di una nuova trilogia già programmata che proseguirà con de La regina dei Sussurri e L’eclissi che arriveranno ancora a successione annuale.

La trama di Oltre la Luce, sostanzialmente riparte da dove erra finita la precedente espansione. E’ dunque arrivata l’oscurità e dovremo fare di tutto per fermare Eramis che con il potere della stasi vuole riportare il suo casato alla gloria passata, a qualsiasi costo. Nel corso delle 10 missioni di cui è composto lo story mode, avremo molte risposte a tante domande rimaste in sospeso fino ad oggi. Promozione piena dunque per la componente narrativa anche se bisogna ammettere che la durata è stata decisamente ridotta rispetto alle precedenti espansioni.

Ambientazione principale di Oltre la Luce è Europa, un satellite ghiacciato di Giove dove mentre in meteo muta dinamicamente, Stregoni, Cacciatori e Titani utilizzeranno in maniera differente il nuovo potere della stasi. Starà ai giocatori comprendere quale delle tre classi meglio si sposa al suo modo di giocare visto che l’introduzione della stasi cambia decisamente molte dinamiche ludiche soprattutto sul fronte del PvP.

Segnaliamo poi il gradito ritorno con un eccellente “restyling” del Cosmodromo, direttamente dal primo capitolo di Destiny, con cui rivivere le primissime missioni della serie. Una ottima scelta che consentirà ai vecchi fan di rivivere l’inizio della propria avventura ma di facilitare anche i nuovi giocatori ad immergersi completamente in questo universo immaginifico fantascientifico.

Altre novità di Oltre la Luce è l‘introduzione di un nuovo raid alla Cripta di Pietrafonda pensato per 6 giocatori. L’operazione è sostanzialmente suddivisa in quattro fasi principali con altrettanti “boss” da eliminare. Saranno tre i ruoli previsti nel gioco di squadra necessario a battere il mostrone di turno: Operatore, Scanner e Soppressore. Da segnalare in positivo la possibilità per i giocatori di interscambiarsi le tre attività e rendere così più varia l’esperienza ludica proposta nel raid.

Recensione Destiny 2 Oltre la Luce – IN CONCLUSIONE
La nuova trilogia di Destiny 2 che comincia proprio con Oltre la Luce è davvero un buon nuovo inizio. Le novità inserite da Bungie ed un comparto narrativo di prim’ordine, saranno apprezzatissime dalla community dei fan e magari farà avvicinare anche nuovi adepti a questo MMO che ha da poco compiuto i suoi primi 3 anni. E attendiamo di vedere tra pochissimo come Destiny 2 splenderà su Playstation 5 ed Xbox Serie X dal prossimo 8 dicembre con i 60 fotogrammi al secondo ed i 4K.

Recensione Destiny 2 Oltre la Luce – VOTO: 8.5