Star Wars Battlefront II – La Recensione

Postato Nov 29 2017 - 12:10pm da ITG

Finalmente si può scrivere di Star Wars Battlefront II senza che la questione delle microtransazioni cancelli tutto il resto della produzione Electronic Arts – DICE. Le polemiche sono state tantissime sulla questione del miglioramento dei personaggi tramite dei bonus casuali acquistabili a pagamento tanto da spingere qualcuno (sbagliando secondo la nostra opinione) a parlare di gioco d’azzardo. EA ha deciso di bloccare tutto, lasciandoci così modo di parlare del gioco lontani dalle recenti polemiche.

Inutile soffermarci in fase iniziale sulla saga nata dalla mente di George Lucas: al 99,99% se state leggendo questa recensione sapete benissimo cos’è il Millennium Falcon, conoscete a memoria tutti i versi emessi da R2-D2 negli oramai 8 film della saga (9 dal prossimo 13 dicembre) e probabilmente vi starete chiedendo ancora perché Darth Vader scopre che Leila è sua figlia solo ne Il Ritorno dello Jedi.

La novità di maggior rilievo del secondo capitolo del reboot di Star Wars Battlefront (qui tutte le recensioni italiane) è indubbiamente la presenza di una vera e propria campagna single player che cronologicamente va a inserirsi tra Episodio VI e VII. La seconda Morte Nera è stata appena distrutta e nei panni di Iden Versio, leader della squadra d’elite Inferno dell’Impero, cercheremo di far tornare in auge il lato oscuro. Inizialmente colpire mezzi e uomini della Ribellione per un fan come il sottoscritto di Jedi e della Resistenza non è affatto semplice ma non preoccupatevi, durerà poco la vostra permanenza imperiale

Oltre ad Iden Versio, nelle 5-6 ore che servono per concludere la campagna, vestirete anche i panni di alcuni dei personaggi più iconici dell’universo immaginifico di Star Wars tra cui Han Solo, Luke Skywalker, Leila Organa ed altri che non vi diciamo per non rovinarvi la sorpresa. Indubbiamente la componente single player, nonostante qualche ingenuità della trama, è un vero e proprio cult per tutti i fan di Guerre Stellari e che ci regala vari scorci già visti nei vari episodi filmici.

Ovviamente il piatto forte dell’esperienza di gioco rimane il multiplayer online. Elencare tutte le modalità di gioco è realmente difficile visto che sono veramente tante (in un numero veramente fuori dal comune) ma è più che opportuno presentarvene alcune. Assalto Caccia Stellari è indubbiamente la modalità principale con una progressione legata ad obiettivi di attacco/difesa in cui tutti i mezzi aerei di Impero e Ribellione delle varie epoche storiche della saga si affrontano.

Assalto Galattico invece prevede specifici obiettivi da completare. Due squadre da venti giocatori ciascuna si affrontano in battaglie articolate in più sequenze narrative e che infuriano nelle spettacolari località di Star Wars , con le atmosfere e i suoni tipici della saga. Dette delle modalità principali ci sono tante variazioni sul tema ed ovviamente non manca l’arrivo degli eroi sia della luce che del lato oscuro per darci man forte quando avremo riempito la nostra barra dopo una serie di azioni effettuate.

Per quanto riguarda la realizzazione audiovisiva, il titolo su PC (la versione da noi testata ma il videogame è disponibile anche su Playstation 4 ed Xbox One) è semplicemente magnifico. Con un hardware di fascia medio alta, i 60 fotogrammi al secondo uniti a delle ambientazioni carichissime di dettagli ed effetti speciali sensazionali, vi faranno sentire letteralmente all’interno di Star Wars come mai prima. L’unico elemento non convincente fino in fondo è la fisica dei movimenti. Tutti i personaggi si percepiscono eccessivamente leggeri, problema che si presenta in tutti i giochi mossi dallo stesso motore grafico, il Frostbite. Unico neo comunque di una realizzazione veramente sontuosa.

Le cose vanno ancora meglio sul fronte sonoro: oltre ad aver ripescato tantissime tracce della colonna sonora originale, sono stati recuperati anche tutti gli effetti di armi e mezzi, con una precisione certosina assolutamente degna dei  lungometraggi cinematografici. In tutto questo il doppiaggio in italiano  si mantiene soltanto su livelli discreti anche se forse si poteva fare qualcosa in più per renderlo all’altezza del resto.

IN CONCLUSIONE
Al netto delle polemiche sulle microtransazioni e di alcune limature che avremmo gradito per vari aspetti, Star Wars Battlefront II è un videogame da consigliare senza esitazione a tutti i fan di Star Wars ovviamente che ritroveranno personaggi, luoghi, suoni e mezzi carichi di significato anche emotivo. La campagna single player è di buonissima qualità e ci svela qualcosa in più su quanto accaduto dopo la conclusione di Episodio VI. Il multiplayer, nuovamente piatto forte dell’esperienza di gioco, migliora quanto di buono c’era già nel primo capitolo ed assicura svariate ore di gioco con le tante modalità a disposizione. La Forza sia con voi dunque. Mettete in pausa soltanto il 13 dicembre che nei cinema arriva un certo film….

VOTO: 8.9

Commenta con Facebook