Pillars of Eternity II: Deadfire – Ultimate Edition Recensione

Postato Gen 28 2020 - 3:11pm da ITG
Pillars of Eternity II: Deadfire - Ultimate Edition

Originariamente lanciato per PC e Mac nella primavera del 2018, Pillars of Eternity II: Deadfire è approdato anche su Playstation 4 (la versione da noi testata) ed Xbox One con la Ultimate Edition, che include tutti i principali aggiornamenti ed espansioni già uscite su PC. Oltre alla vasta campagna principale del gioco, gli utenti possono dunque anche seguire il richiamo di Vatnir in Beast of Winter, affrontare le sfide del crogiolo di Kazuwari in Seeker, Slayer, Survivor o farsi strada combattendo attraverso le viscere di un dio vendicativo e addormentato in Forgotten Sanctum.

Pillars of Eternity II su console è dunque tendenzialmente lo stesso videogame apprezzato in precedenza  ovviamente ottimizzato per la fruizione con un gamepad. Ecco dunque i consueti menù radiali come già accaduto sul primo capitolo, che non riescono interamente a sostituire del tutto la combo mouse + tastiera ma che offrono una interfaccia utente apprezzabilissima a cui ci si abitua poco dopo aver affrontato il tutorial iniziale.

Quello che gli amanti dei giochi di ruolo hanno apprezzato alla sua prima uscita è nuovamente presente. Ecco dunque le ottime possibilità di personalizzazione del nostro alter ego digitale, le tante scelte morali che vi provocheranno più di un dubbio nello scegliere la vostra strada ed una infinità di dialoghi in un universo immaginifico fantasy e misticheggiante forse non troppo originale ma decisamente credibile e dalle ottime fondamenta. Importante segnalare come sarà possibile affrontare i combattimenti a scelta se a turni o in tempo reale.

Le pochissime ombre di Pillars of Eternity II vengono dalla realizzazione grafica. Non che si sia perso chissà cosa dalle versione precedente: già il titolo originale non mandava in ebollizione le schede grafiche di ultima generazione e lo stesso succede anche su Playstation 4 ed Xbox One. Ovviamente non sono questi i titoli a cui si richiede un appeal grafico al top ed il porting si mantiene comunque su buoni livelli. Aspetto più importante, il frame rate scorre fluidosenza alcun intoppo neppure nelle situazioni più intricate anche in modalità portatile ed inoltre la varietà e la qualità del level design sono decisamente apprezzabili.

Un plauso a Pillars of Eternity infine va anche alla realizzazione sonora. I dialoghi recitati sono veramente molto convincenti mentre le musiche sono di grande bellezza. Ispirate alle tracce dei GdR cult del passato, sono sicuramente un valore aggiunto importante alla nostra esperienza interattiva.

Un aspetto da non sottovalutare nell’ambito dei giochi di ruolo è la localizzazione in italiano. Anche su Playstation 4 ed Xbox One, Pillars of Eternity II è uno dei pochissimi rappresentanti del genere a proporre anche il nostro idioma tramite sottotitoli, una ragione in più per prenderlo in considerazione se amate il genere di appartenenza e non avete una particolare dimestichezza con la lingua anglosassone.

Pillars of Eternity II: Deadfire UER –  IN CONCLUSIONE

Pillars of Eternity II anche su Playstation 4 ed Xboox One è un gioco da consigliare senza esitazioni agli amanti dei giochi di ruolo. Siamo di fronte ad uno dei migliori prodotti degli ultimi anni nel campo degli RPG “tradizionali” e dalla sua ha pure la localizzazione in italiano, aspetto più unico che raro in questa tipologia videoludica. Un titolo di nicchia non c’è che dire, adatto ad un pubblico ben preciso. Quest’ultimo apprezzerà sicuramente l’ottimo porting effettuato sulle console di casa Sony e Microsoft.

Pillars of Eternity II: Deadfire UER – VOTO 8.5

Commenta con Facebook