Creative Outlier Air – La Recensione

Postato Apr 30 2019 - 8:48am da ITG

Disponibili in Italia da mercoledì 8 maggio (ma già prenotabili nello store ufficiale di Creative) siamo molti lieti di recensire in anteprima gli Outlier Air, gli auricolari senza fili di Creative Labs di nuova generazione che puntano ad offrire una qualità elevatissima ad un prezzo molto più basso rispetto alla concorrenza che non manca in questo settore.

Siamo di fronte a due auricolari dal design sensazionale con anche un led con vari colori, resistenti al sudore e quindi adattissimi anche per i runners o per chi va in palestra senza dimenticare la certificazione di resistenza all’acqua IPX5, una resistenza davvero super, la tecnologia Bluetooth 5.0 con audio aptX e AAC oltre alle funzioni di risposta alle chiamate del cellulare e la possibilità di interagirci con Siri e Google Assistant.

Come avete appena potuto vedere dal nostro video unboxing, la confezione dei Creative Outlier Air presenta ovviamente i due auricolari con assieme un alloggiamento di alluminio, una elegante custodia di ricarica che pesa solamente 54 grammi, piccola e semplice da trasportare. Basta togliersi gli earbud intrauricolari e riporli nella custodia al termine della sessione di ascolto e la custodia li ricarica automaticamente al 100%, pronti per la prossima sessione. La custodia è ricaricabile tramite un cavo USB da tipo C a tipo A anch’esso in dotazione.

Appena aperta la scatola, le cuffie Outlier Air durano ben 10 ore. Le cuffie true wireless presenti sul mercato tipicamente durano da 3 a 6 ore. La custodia di ricarica offre poi fino a 2 volte la ricarica per entrambi gli earbud intrauricolari, quindi ben 20 ore per una durata davvero senza eguali nel settore.

Al di là di tutto comunque, la cosa davvero importante è poi capire come suonino questi auricolari ed anche la prova su strada, anzi nelle orecchie, è stata affrontata in modo davvero positivo. Le Outlier Air hanno un diaframma del diffusore da 5,6 millimetri in grafene, il più sottile e rigido nano-materiale al mondo, ancora più leggero della carta, più resistente dell’acciaio e conduttore di elettricità migliore rispetto al rame. Il diaframma in grafene consuma una quantità minima di energia, offrendo al tempo stesso qualità audio elevatissima, con alti dettagliati, medi ben bilanciati e bassi immersivi. Sia con musica rock che elettronica, le performance di Outlier Air sono state davvero straordinarie.

Oltretutto, è da premiare anche la semplicità con cui possiamo utilizzare i comandi degli auricolari. Basta un semplice tocco a destra o a sinistra per spostarci nella nostra playlist. Un tocco prolungato invece ci consente di aumentare il volume da una parte e di abbassarlo dall’altra. Gli Outlier Air sono dunque autonomi ed indipendenti, consentendoci dunque di gestire il tutto dalle nostre orecchie e senza interagire in alcun modo con la fonte sonora, che sia un PC o uno smartphone.

Da segnalare infine come sia possibile utilizzare solo un earbud intrauricolare. Quando posizioniamo un singolo earbud intrauricolare nella custodia di ricarica, l’unità ancora in uso assume automaticamente il controllo come unità principale con i comandi riprogrammati per riproduzione/pausa, chiamate e funzioni dell’assistente intelligente.

IN CONCLUSIONE
Se pur 79.99 euro non sia una cifra bassa presa in sé, per quello che offrono i Creative Outlier Air, soprattutto in riferimento al prezzo di prodotti simili della concorrenza, sono soldi davvero ben spesi. Stiamo infatti parlando di un prodotto evolutissimo tecnologicamente, con features straordinarie e che suona incredibilmente bene. Lo splendido design, la bellissima custodia di ricarica ultra hi-tech, l’interfaccia dei comandi, la lunghissima durata e la resistenza al sudore ed acqua IPX5 sono tra le tante caratteristiche capaci di rendere i Creative Outlier Air uno dei must buy più essenziali di questo inizio di 2019.

RAPPORTO QUALITA’/PREZZO: 10

Commenta con Facebook